Home / Benessere e prevenzione / Dermatite Atopica nei Bambini: Le Cause e Le cure

Dermatite Atopica nei Bambini: Le Cause e Le cure

La dermatite atopica è una malattia cutanea che provoca arrossamento, secchezza, desquamazione e forte sensazione di prurito dell’epidermide ed è un tipo di dermatite che colpisce in prevalenza i bambini nei primi mesi di vita, è molto diffusa tra neonati e bambini.
I sintomi possono recedere nell’età adolescenziale e ripresentarsi da adulti.

Si tratta di un’infiammazione a carattere cronico.

La dermatite atopica si accompagna ad alterazioni immunologiche nelle persone colpite, infatti gli esami clinici dell’epidermide di chi presenta i sintomi di questa malattia evidenziano tipicamente alte concentrazioni di linfociti T attivati nei tessuti dell’epidermide colpiti dall’infiammazione.
Per questo motivo i bambini piccoli che ancora non hanno un sistema immunitario forte sono più esposti a questo tipo di dermatite.

Il decorso della malattia è cronico ed è caratterizzato da un’alternanza di quasi scomparsa dei sintomi con delle recidivanti in cui l’infiammazione aumenta e con essa la sintomatologia.

Generalmente tende a scomparire con il passare del tempo, ma nei soggetti in cui questo non avviene si verifica una cronicizzazione delle infiammazioni che presentano sintomi particolarmente intensi rispetto agli esordi della patologia.

Dermatite Atopica: Le Cause

Fattori di ereditarietà sono documentati al pari di altri tipi di dermatiti, si registra un’incidenza ereditaria di circa il sessanta per cento.

Tra le cause vi sono da considerare anche fattori ambientali come l’inquinamento e il contatto con sostante irritanti che incidono significativamente nello scatenare crisi acute delle infiammazioni.

Anche intolleranze di origine alimentare possono contribuire ad amplificarne gli effetti, così come stress fisici o emotivi particolarmente intensi che favoriscono nel contempo l’indebolimento immunitario.

Dermatite Atopica: Le cure

La presenza di lesioni dell’epidermide e di forti pruriti rende necessario trattare questa dermatite adeguatamente per tenerne sotto controllo i sintomi.

È invece fortemente consigliato l’uso di emollienti per mantenere elastica ed idratata la pelle e impedire l’eccessiva secchezza tipica di queste dermatiti, sia in forma preventiva che per lenire il fastidioso prurito.
È bene comunque sempre bene farsi consigliare dal proprio dermatologo.

Massaggiare con cura e più volte al giorno le zone di epidermide colpite dall’infiammazione è fondamentale. Per questi trattamenti sono particolarmente indicate creme e ungenti a base di glicerolo e vaselina.

Uno dei prodotti da banco tipici di questo tipo è la crema Dexeryl che presenta un eccellente rapporto qualità/prezzo ed ha una formula studiata per il trattamento delle porzioni di cute colpite dalla dermatite atopica.

Naturalmente sarà necessario anche prestare attenzione ai fattori ambientali e all’alimentazione, laddove vi fosse il sentore che gli episodi di riacutizzazione dei sintomi possa essere legato all’ingestione di particolari alimenti.

È anche consigliato evitare esposizioni prolungate al sole e il contatto con ambienti particolarmente polverosi.
Il più delle volte con l’uso della crema emolliente si riescono a tenere sotto controllo tutti i sintomi e a ristabilire l’elasticità naturale della pelle favorendo la guarigione delle microlesioni causate dall’infiammazione e dall’eccessiva secchezza della pelle.

Bisognerà evitare l’uso di saponi molto aggressivi e scegliere detergenti che siano particolarmente delicati con la pelle, in particolare per i bambini.
Vi sono in commercio dei saponi per neonati e per bambini adatti allo scopo.

Anche in questo caso è però fortemente indicato usare prodotti specifici che abbiano un effetto curativo sulla pelle.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*