Home / Cura del bambino / Il mio bambino ha la febbre, come devo comportarmi?

Il mio bambino ha la febbre, come devo comportarmi?

Quando il bambino è ammalato in casa sono dolori per tutti: non solo il piccolo sta male e vive una situazione di forte stress psicofisico, ma anche la mamma e il papà spesso devono quasi combattere una forte battaglia per somministrargli i farmaci che magari lui rifiuta.

Bisogna anticipare prima di tutto che i farmaci vanno dati soprattutto ai bambini con moderazione e soprattutto sotto controllo medico, sia per gli effetti collaterali indesiderati sia per non rendere l’organismo meno reattivo.
In alternativa ai farmaci tradizionali ci sono i farmaci omeopatici che non hanno effetti indesiderati e ai quali i bambini reagiscono molto bene, con la sola clausola di garantirvi la guarigione in tempi più dilatati.

I medicinali maggiormente utilizzati per i bambini sono gli antipiretici e gli antibiotici.
Leggiamo assieme quali sono le regole da seguire in caso di medicinali da banco per i quali non è necessaria la prescrizione medica.

Regole da seguire in caso di farmaci da banco

In generale le seguenti raccomandazioni valgono per tutti i tipi di medicinali, non solo per quelli da banco.

  1. La prima cosa che bisogna fare prima di somministrare qualsiasi medicinale al vostro bambino è consultare il medico e non prendere iniziative anche se si conosce il medicinale;
  2. leggere bene il foglietto illustrativo per conoscere i giusti dosaggi e gli effetti collaterali;
  3. no superare mai le dosi consigliate e la posologia, rispettano sempre gli intervalli di tempo tra una somministrazione e l’altra;
  4. utilizzare gli opportuni dosatori per sciroppo o gocce, nel caso foste sforniti utilizzare una siringa senza ago;
  5. non lasciare mai i farmaci a portata di bimbo.

Cosa fare se il bimbo non vuole la medicina?

A volte dare le medici ad un bambino ammalato può essere davvero un’impresa difficile, infatti spesso non li accettano rigurgitandoli oppure opponendosi con forza ai genitori. Ecco allora alcuni consigli per rendere questo momento il più semplice e meno indolore per tutti.

Farmaco per bocca: come somministrarlo con successo

Per gli sciroppi e le gocce, come anticipato prima, vanno utilizzati gli appositi dosatori oppure una siringa senza ago; è molto importante mantenere la calma davanti al rifiuto del bambino, spiegare al bambino che cosa si sta facendo senza ingannarlo, spiegargli che la medicina o aiuterà a stare meglio e lo farà guarire subito, così potrà tornare a giocare con gli amichetti al parco! E’ importante tenere il bambino seduto in posizione eretta.

Per le pastiglie o le capsule, se il bambino è molto piccolo si consiglia di scioglierle in acqua o in una bevanda, oppure mischiare il sapore della polvere con il miele, lo yogurt o il gelato.

Supposte per bambini

Le suppostine in realtà sono più semplici da somministrare anche se molti bimbi pongono resistenza. Bisogna posizionare il bambino a pancia in giù oppure a pancia in sù sollevando le bambine aperte; si può ungere la supposta con dell’olio di oliva o di mandorla o con della vasellina per eliminare qualsiasi forma di attrito, una volta inserita bisogna tenere le natiche strette per almeno un minuto.
Nel caso venisse espulsa dopo una mezzoretta con una scarica, si può ripetere l’operazione con mezza dose.

gocce-nasino

Farmaco nel naso: come somministrarlo senza traumi?

In caso di raffreddore, naso chiuso o infiammazioni alle vie respiratorie, è molto importante fare dei lavaggi nasali utilizzando gocce di soluzione fisiologica o altre più specifiche.

Per prima cosa bisogna stendere il bambino su di un lato con la testa leggermente più in basso rispetto al corpo e dopo aver messo alcune gocce nel naso occorre ruotare la testa per far distribuire meglio le gocce su tutta la superficie interna.

In alternativa alle gocce c’è lo spray il quale va somministrato mentre il bambino inspira facendogli trattenere il respiro alcuni secondi.

Anche l’aerosol combatte le infiammazioni delle vie respiratorie. Se il bambino è molto piccolo non è sempre semplice fare le inalazioni, bisognerebbe trovare un diversivo, una distrazione tipo la TV, un gioco, un libro con le immagini e tenere il bambino in braccio con la mascherina fino al termine della medicina o della soluzione fisiologica posta nell’ampolla.
E’ importante al termine lavare bene il viso del bambino per evitare che i residui di medicinale irritino la pelle.

Farmaco nelle orecchie: come inserirlo

Per instillare le gocce nelle orecchie bisogna prima di tutto far sdraiare il bambino, con l’orecchio opposto a quello da trattare sul cuscino. Dopo aver inserito le gocce aspettare almeno 5 minuti prima di far ruotare il capo o prima di alzarsi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*