Home / Benessere e prevenzione / Essere in forma / Inestetismi post parto: quando la chirurgia e la medicina estetica possono correggerli!

Inestetismi post parto: quando la chirurgia e la medicina estetica possono correggerli!

inestetismi partoDopo il parto si sa il corpo di una donna può cambiare considerevolmente e questi mutamenti possono creare dei disagi nella donna o delle insicurezze. Per fortuna, per porre rimedio a tali inestetismi, la chirurgia plastica e la medicina estetica vengono in nostro soccorso.

In questo articolo andremo ad analizzare come possono essere corretti alcuni dei più frequenti inestetismi causati da un parto grazie alla chirurgia plastica o alla medicina estetica.

1) Seno calato o svuotato

Può capitare che in seguito all’allattamento i tessuti del seno perdano la loro tonicità e che il seno risulti svuotato e cadente. Molte donne vivono questo problema come un vero e proprio complesso e come una privazione della loro femminilità. Si può far fronte a questi problemi attraverso un intervento di mastopessi. La mastopessi consiste nel lifting delle mammelle, le quali in seguito all’allattamento possono perdere consistenza e turgore. L’allattamento infatti causa talvolta il problema della ptosi mammaria, ovvero quell’inestetismo che fa apparire un seno vuoto e flaccido con una distanza del capezzolo dalla clavicola eccessiva.

Gli interventi di mastopessi son diversi in base all’entità della ptosi mammaria e possono o meno includere l’utilizzo di protesi.

2) Pancia flaccida e non più tonica

Dopo il parto l’addome può perdere la sua elasticità e tonicità e la pancia apparire flaccida, con accumuli adiposi e lassità cutanee e numerose smagliature. La gravidanza può infatti causare un aumento volumetrico permanente dopo il parto, in quanto durante la gravidanza aumentano le cellule adipose.

Inoltre la trazione della pelle durante la gravidanza, dovuta alla naturale crescita del bambino possono creare numerose smagliature.

Tutti questi fattori che riducono la tonicità dell’addome possono essere corretti con un l’addominoplastica che permette di eliminare la flaccidità dei tessuti dell’addome e di ripristinarne la giusta tensione. L’intervento di addominoplastica non è pericoloso, e permette recuperi in tempi brevi.

3) La cicatrice del parto cesareo

Per quello che riguarda la cicatrice lasciata dal taglio effettuato durante un parto cesareo è la medicina estetica a venirci in aiuto. Esistono infatti dei trattamenti laser per eliminare le cicatrici, i quali attraverso un numero di sedute che varia all’incirca tra le 5 e le 10 sono in grado di eliminare questo fastidioso inestetismo. Il laser per eliminare le cicatrici non è doloroso e le sedute durano tra i 15 ed i 20 minuti.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*