Home / Benessere e prevenzione / Essere in forma / Come si fa la respirazione yogica in gravidanza?

Come si fa la respirazione yogica in gravidanza?

respirazione yogica gravidanzaIl pranayama, ovvero la tecnica di respirazione yogica, è caldamente consigliata in gravidanza, in quanto aiuta a sedare le tensioni, fortifica l’organismo nel suo complesso e rende la mamma più forte e sicura delle proprie capacità. Al contempo, questa tipologia di respirazione aiuta il naturale ricambio dell’ossigeno nel sistema ematico e quindi è ideale per combattere gli stati di gonfiore e di ritenzione idrica.

La respirazione base interessa un ciclo di espirazione, ritenzione ed inspirazione. Solitamente l’espirazione dura sei secondi, seguita da una ritenzione di un secondo e da un’inspirazione della durata di tre secondi. Il ciclo si completa con un’ulteriore ritenzione di un secondo, per poi ripartire con l’espirazione. Ecco che il pranayama si basa quindi sullo schema 6-1-3-1.

L’aria deve seguire un flusso dolce e ondulato e deve gonfiare in modo armonioso gli organi interni, i quali si muovono apportando un massaggio interno importantissimo. Svuotare la cassa toracica dall’aria stantia e riempirla con aria fresca aiuta il corpo a sentirsi vivo e reattivo e rende la mente libera, lucida e reattiva. Il pranayama viene svolto in contemporanea al battito cardiaco. Questo aspetto aiuta a maturare la consapevolezza dei battiti della mamma e del bambino e quindi rende la sensazione di appartenenza ancor più profonda e sentita. In caso di difficoltà respiratorie è importante limitare la ritenzione e procedere con una respirazione completa più veloce ma meditata. In ogni caso la posizione da mantenere è eretta, con spalle, collo e capo ben dritti e il resto del corpo seduto in modo comodo a gambe, se possibile, incrociate. Per avvertire in modo più intenso il flusso d’aria è utile appoggiare le mani nel torace e piegare il mento sullo sterno.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*