Home / Gravidanza e medicina / Come combattere l’affaticamento alle gambe?

Come combattere l’affaticamento alle gambe?

gambe-gonfie-in-gravidanzaIn gravidanza i cambiamenti ormonali portano spesso a soffrire di affaticamento alle gambe. Il circolo dei liquidi e quindi il drenaggio generale può subire delle variazioni considerevoli, portando la mamma a soffrire di dolori e di rigidità muscolare.

In commercio esistono dei rimedi topici, quali creme, gel e pomate indicate per il periodo della gravidanza, in quanto non contengono sostanze pericolose per il feto. Se si soffre di questi problemi è quindi preferibile applicare prodotti assolutamente sicuri e mettere al corrente il farmacista sul proprio stato. Chi ama le soluzioni naturali può optare per bendaggi freschi, i quali alleviano la stanchezza soprattutto nel periodo estivo. In inverno è ideale fare dei pediluvi rilassanti e sgonfianti.

E’ sufficiente immergere i piedi in un catino dove si sono fatti sciogliere dei sali profumati o del sale da cucina grosso aromatizzato con alcune gocce di olio essenziale di eucalipto. Al termine del pediluvio è ideale massaggiare a lungo i piedi con buone creme di origine biologica, al fine di rilassare la muscolatura e alleviare le tensioni. Un no deciso deve essere detto a manipolazioni troppo forti e a tecniche di massaggio basate sulla pressione.

Nei mesi della gestazione è indispensabile assecondare i bisogni del corpo e quindi preferire tecniche dolci, a base di oli e lozioni di origine naturale. Al contempo, il gonfiore alle gambe può essere alleviato con l’assunzione di tisane specifiche, a base di vite rossa e di erbe sgonfianti. Chiedere una miscela specifica all’erborista di fiducia è una scelta vincente, in quanto aiuta sia a sgonfiare le gambe che ad alleviare la sensazione di rigidità. Bere molta acqua è, infine, il segreto per un ottimo drenaggio. L’acqua deve essere a temperatura ambiente, naturale e deve essere bevuta a piccoli sorsi, per evitare rigonfiamenti dell’addome e shock termici all’organismo.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*