Home / Tutto sul bambino / Come aiutare i bambini a studiare?

Come aiutare i bambini a studiare?

studio bambiniPuò capitare che alcuni bambini non abbiano buoni risultati nello studio. Se questa realtà è continuativa e viene fatta notare anche dalle insegnati è necessario fermarsi ad analizzare alcuni aspetti ambientali e personali che riguardano la sfera personale del bambino. Il primo passo da compiere è quello di consultare uno specialista, per verificare che non sussistano patologie legate allo sviluppo e all’apprendimento. Una volta escluse tali patologie è possibile analizzare il contesto dove il bambino studia.

Si tratta di una pratica accompagnata alla tv o all’ascolto della musica? Se la concentrazione del piccolo è interrotta da flussi di immagini e suoni continui è logico che l’apprendimento può risentirne in modo grave. La soluzione, in questo caso, è fare pulizia, ovvero eliminare ogni apparecchio multimediale e abituare il piccolo a studiare con i libri, le matite e i quaderni. La vecchia regola del ‘dopo i compiti vai a giocare’ vale sempre e aiuta a determinare un buon metodo di studio.

Molti genitori non comprendono l’importanza del metodo di studio. Un metodo pratico ed efficace non solo aiuta il bambino ad assorbire le nozioni, ma si presenta come la base per i suoi studi futuri e per l’apprendimento delle tecniche lavorative. Schemi riassuntivi, imparare a voce alta e molte altre tecniche devono essere comprese e messe in pratica, per permettere al piccolo di ‘imparare ad imparare’. Se queste pratiche non portano beneficio è importante comprendere se il bambino non sia colpito da un disturbo emotivo che mina la sua capacità di apprendimento. Capire, infine, se il peggioramento negli studi avviene in seguito a particolari comportamenti dei genitori o ad eventi scatenanti è fondamentale per comprendere questo nesso. Attenzione e sensibilità sono fondamentali, in quanto possono condurre alla comprensione delle reali motivazioni delle difficoltà di apprendimento a cui il bambino è soggetto.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*