Home / Gravidanza e medicina / Progesterone in gravidanza, a cosa serve?

Progesterone in gravidanza, a cosa serve?

progesterone-in-gravidanza-quali-funzioni-L-HGVHDQIl progesterone è uno steroide, ovvero un ormone che viene sintetizzato dalle ovaie e dal surrene. La sua funzione è quella di permettere che avvenga la fecondazione, in quanto crea le condizioni adatte sia alla fecondazione della cellula uovo che al suo annidamento nella mucosa uterina.

Durante la gravidanza il progesterone viene prodotto in grandi quantità, per evitare che si formi un’ulteriore gravidanza. La sua presenza è inoltre fondamentale perché garantisce la secrezione endometriale. Al contempo il progesterone inibisce le contrazioni del miometrio, ovvero dello strato muscolare liscio che risiede sotto la zona endometriale dell’utero. Il progesterone blocca inoltre la risposta immunitaria materna che porterebbe a ‘mangiare’ l’embrione se riconosciuto come un corpo estraneo. Incredibile ma vero, la natura umana riserva sempre delle grandi sorprese e questo steroide è davvero indispensabile durante la gravidanza perché sussistano le basi vitali.

In alcuni casi i livelli di progesterone potrebbero presentarsi bassi. Ecco che, al fine di supplire a questa carenza, i medici prescrivono una certa quantità di questo ormone da assumere tramite ovuli, capsule e fiale. Non tutti i medici sono concordi nella bontà della somministrazione del progesterone e il dibattito è tuttora aperto. In ogni caso è indispensabile fidarsi del proprio ginecologo e comprendere che l’assunzione di questi steroidi può essere fondamentale per assicurare la vita al bambino. Tra le accuse mosse alla somministrazione dell’ormone si annovera l’incapacità di rilevare un aborto in corso. In ogni caso è utile affidarsi al proprio medico curante e informarsi presso più specialisti se non si è sicuri del parere medico acquisito.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*