Home / Gravidanza e medicina / Allarme chirurgia estetica in gravidanza

Allarme chirurgia estetica in gravidanza

chirurgia-dopo-partoE’ incredibile quanto la ricerca di bellezza e perfezione portino a sperimentare interventi chirurgici anche nel periodo della gravidanza. La regola base di questo periodo è una richiesta di serenità, in quanto il corpo si sta trasformando e non deve essere scosso da trattamenti troppo invasivi o stressanti. Il volto delle mamme è inoltre naturalmente splendido, tonico e roseo. A cosa serve quindi la chirurgia estetica in questo periodo così speciale?

Fa quindi discutere ( a ragione) la scelta di alcune star, le quali hanno deciso di non abbandonare la chirurgia estetica nemmeno nel periodo della gestazione. Se in Italia aveva fatto scalpore la possibile ‘ritoccatina’ alle labbra di Belen, negli Stati uniti l’ereditiera Kim Kardashan non si è fatta certo problemi, pubblicando su Instagram il suo ‘Lifting del vampiro’ messo in pratica al quinto mese di gravidanza.

Si tratta di una trasfusione di sangue che viene prelevato dal volto, ritoccato ad arte e poi re-iniettato per assicurare tono e compattezza all’epidermide. L’ereditiera ha avuto il coraggio di sottoporsi a questo trattamento durante la gravidanza, scatenando un vero e proprio polverone nell’opinione sociale.

Quando interpellati sull’argomento, i medici estetici sono stati concordi nello sconsigliare le pratiche di chirurgia estetica durante la gravidanza, chiedendo che ogni decisione venga presa dopo il parto. Spesso si tratta infatti di operazioni inutili, in quanto il corpo della madre è in continuo mutamento e una pratica così invasiva potrebbe non servire a nulla, oltre che mettere a rischio la salute della mamma e del piccolo bambino.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*