Home / Alimentazione in gravidanza / Cioccolato in gravidanza: sì o no?

Cioccolato in gravidanza: sì o no?

cioccolatoIn gravidanza i pareri relativi all’alimentazione possono raggiungere estremi opposti, soprattutto quando si tratta di definire quale cibo fa bene e quale invece fa male. La regola d’oro, in questo caso, risiede nel mangiare un po’ di tutto, preferendo cibi nutrienti e leggeri e che soprattutto appaghino i gusti della mamma.

Non vi sono comunque dubbi sulla bontà e sulla positività che il consumo di cioccolato può portare in gravidanza. Studi recenti hanno infatti analizzato un campione di madri, alle quali è stato somministrato del cioccolato durante le gestazione. I risultati della ricerca hanno evidenziato che il consumo del cioccolato può definire il temperamento del nascituro, in quanto i bambini che avevano assunto cioccolato si sono dimostrati meno timorosi, più calmi e meno frustrati rispetto ai piccoli che non l’avevano assunto.

Merito delle endorfine, gli ormoni del buonumore che sono presenti nel cioccolato, i quali danno vita ad una gravidanza più serene e felice per la madre. Non solo, in quanto il cioccolato contiene antiossidanti che abbassano la pressione sanguigna e tanto calcio, un minerale che oltre ad aiutare il benessere delle ossa contiene sostanze stimolanti che attraverso la placenta raggiungono il bambino.

Mangiare cioccolato fa bene e, se non si ama questo alimento è necessario assumerne un piccolo pezzetto al giorno per favorire uno stato emozionale felice e aiutare a definire in modo positivo il temperamento del bambino. Consumare un po’ di cioccolato, in associazione ad una dieta equilibrata e alla pratica di una leggera attività fisica sono pratiche che possono aiutare a trascorrere una gravidanza felice e serena, per la mamma così come per il piccolo nascituro.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*