Home / Alimentazione in gravidanza / Fave crude in gravidanza

Fave crude in gravidanza

fave-crude-gravidanza

 

L’alimentazione durante la gravidanza è molto importante, sia per avere il giusto apporto di vitamine, fibre ed elementi necessari per la crescita sana del feto, sia per mantenere in forma il corpo della donna in un periodo così difficile e stressante per l’organismo.

Anche i legumi sono molto importanti per il loro apporto di proteine, bisognerebbe assumerli con regolarità anche se in quantità modica per evitare un eventuale disturbo di meteorismo, però è meglio consumarli cotti oppure secchi.

Sicuramente gli alimenti come frutta e verdura, vanno consumati crudi per i molteplici benefici che danno all’organismo, con l’accortezza però di lavarli molto bene.

Nel caso delle fave fresche, e anche di piselli freschi, essendo il baccello della pianta a contatto con il terreno, potrebbe essere vettore di batteri e in particolar modo potrebbe causare la toxoplasmosi nell’organismo umano. Quindi, soprattutto le donne in gravidanza che non hanno contratto mai la toxplasmosi e prive così di anticorpi, devono prestare molta attenzione se vogliono consumare fave fresche crude, così come per tutti gli altri legumi, ortaggi e verdure crude.

Se si è a cena o a pranzo fuori e no si è sicure dell’accurata pulizia del legume fresco, è meglio evitare di mangiarle, se invece le compriamo al mercato, dobbiamo avere l’accortezza di pulire molto bene, lavandole con acqua o disinfettanti.

Come lavare le fave fresche (e tutti i tipi verdura cruda)

Un rimedio naturale per lavare e disinfettare verdure, legumi, frutta e ortaggi crudi, pulirli dal terreno e concimi chimici, è il bicarbonato e l’acqua corrente. Diluire mezzo cucchiaino di bicarbonato in una vaschetta d’acqua e lasciare in ammollo le fave fresche per almeno 5 minuti, dopodiché toglierle dalla vaschetta e una volta scolate passarle sotto l’acqua corrente. L’acqua corrente è sufficiente per pulire qualsiasi verdura cruda, l’importante è farlo bene, più di una volta.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*