Home / Cura del bambino / Rimedi efficaci contro le coliche

Rimedi efficaci contro le coliche

coliche neonatoLe colichette che colpiscono il 20% dei neonati, insorgono di solito nelle prime settimane di vita e si risolvono da sole entro i 3 o 4 mesi. Anche se benigni, questi disturbi danneggiano fortemente la qualità di vita del neonato, impedendogli di dormire, causando così degli stati di stanchezza e irritabilità molto elevati.

Dai recenti studi fatti dai centri di ricerca sull’origine delle coliche dei neonati, emergono delle novità con le quali si identificano i rimedi efficaci contro i pianti inconsolabili dei bebè. Tra le varie tesi di studio c’è un punto comune che afferma l’origine multifattoriale delle coliche, ovvero un insieme di fattori che interagiscono causando questo tipo di disturbi.

Ogni bimbo può avere una propria causa che va dal temperamento più o meno difficile, alle ansie dei genitori con il nuovo nascituro.

Le cause legate ai pasti

Tra le cause legate ai pasti vi è la propensione alle allergie, come l’intolleranza al lattosio. L’ipotesi più accreditata è quella sulla microflora intestinale: infatti negli studi fatti sui bambini con coliche, la flora intestinale microbica si presenta diversa e nelle feci è presente una maggiore concentrazione di batteri, in particolare l’Escherichia coli, rispetto ai neonati sani.

Cosa fare per calmare il piccolo

Il pianto caratteristico delle colichette si riconosce facilmente dalle urla forti, dal movimento delle gambine che scalciano e dal corpo che si contrae e si contorce. In questi momenti i genitori del piccolo non riesco a trovare un rimedio per consolare il loro figliolo, quasi sempre sembra che nulla possa calmare questo pianto fortissimo e spesso i primo attacco di coliche si conclude con una corsa in ospedale.

La scelta della strategia più adatta dipende dall’entità del sintomo e dal contesto familiare più o meno apprensivo, ma più di tutto vale la consuetudine di consolare e cullare il bebè con movimenti ritmici, praticando un leggero massaggio all’addome o, in posizione prona, alla schiena.

Fare visitare il bambino dal pediatra

Nei casi di colichette, non appena possibile, bisogna far valutare il caso dal proprio pediatra, perchè ogni bambino ha una sua causa e una sua storia che il medico deve valutare con indagine scrupolosa. Non basta una diagnosi telefonica, il bimbo deve essere visitato e in base alle caratteristiche del pianto e della colica, riferite dai genitori, il pediatra cercherà di risolvere il problema, con la strategia più adatta all’entità dei sintomi.

Se il bebè beve latte materno

In questi casi l’esclusione dalla dieta di alimenti ad alta potenzialità allergenica è efficace contro le coliche solo in alcuni casi: ad esempio nei casi di coliche gassose la mamma dovrebbe eliminare dall’alimentazione tutti i cibi che provocano meteorismo, come ad esempio le crucifere, i legumi, le verdure, le bevande gassate, i dolci elaborati con creme, etc.

In casi di coliche gassose, la mamma potrebbe ricorrere ai “rimedi della nonna” come ad esempio la tisana al finocchio o la camomilla, bevendone una tazza al giorno alternando i giorni.

Evitare i farmaci

In caso di colichette bisogna assolutamente evitare i farmaci scegliendo, sempre sotto consiglio del pediatra, l’utilizzo dei probiotici come il Lactobacillus reuteri, un batterio buono efficace per migliorare l’equilibrio intestinale in caso di coliche.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*