Home / Guida alla gravidanza / Fertilità femminile: imparare a conoscerla

Fertilità femminile: imparare a conoscerla


Fertilità femminile:impariamo a conoscerla
Imparare a decifrare i segnali che il nostro corpo ci invia è fondamentale per comprendere bene i suoi meccanismi e le sue funzioni.

La questione della fertilità, ad esempio, nelle donne inizia a diventare un argomento importante nel momento in cui decidono di avere un figlio.

In seguito a questa scelta, ci si interroga sul ciclo mestruale e su qual è il periodo in cui ci sono più probabilità di concepire un figlio.

Durante il ciclo mestruale si ha l’ovulazione, cioè la maturazione della cellula uovo e poichè il giorno dell’ovulazione non è sempre lo stesso, si può procedere ad un calcolo approssimativo di quali siano i giorni più probabili in cui avviene.

Il calcolo si basa su due aspetti: la data di inizio dell’ultimo ciclo mestruale e la durata del ciclo.

Considerando che il ciclo dura tra i 26 e i 28 giorni e che la fase follicolare – quella che coincide con l’inizio del ciclo – si conclude intorno al 14 giorno, basta contare 14 giorni dopo l’arrivo del ciclo per rendersi conto di qual è il proprio periodo più fertile.

La caffeina interferisce sulla fertilità?Fertilità femminile:impariamo a conoscerla

La caffeina è un argomento sempre dibattuto quando si parla di gravidanza.

Sebbene recentemente sembrava scongiurata l’ipotesi che la sua assunzione potesse avere conseguenze sulla fertilità, gli ultimi studi condotti dall’University of Nevada School of Medicine sembrano portare a risultati diversi.

Secondo quanto emerso dalla ricerche del dott. Sean Ward e del suo staff, i prodotti a base di caffeina sarebbero responsabili delle mancate gravidanze o, quantomeno, corresponsabili.

La caffeina ridurrebbe la attività delle Tube di Falloppio, che svolgono la parte più importante portando gli ovuli dalle ovaie all’utero.

Perché si avvii una gravidanza, infatti, le cellule geminali femminili devono raggiungere le tube, le cui pareti sono ricoperte di piccole appendici cellulari che favoriscono questo spostamento.

La caffeina inibirebbe la contrazioni di queste piccole appendici, diventando concausa dell’infertilità.

Gli studi, per ora, sono stati condotti solo sui topi, ma la moderazione non guasta mai!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*