Home / Benessere e prevenzione / Alimentazione / L’alfabeto contro la cellulite (seconda parte)

L’alfabeto contro la cellulite (seconda parte)

cosa-fare-per-contrastare-la-celluliteNon esistono cure miracolose contro la cellulite, ma con costanzatempismosinergia si ottengono ottimi risultati nella maggior parte dei casi.

È necessaria la costanza perchè i trattamenti contro la cellulite una volta iniziati andrebbero proseguiti per almeno due mesi e anche un anno, tempismo perchè è più facile sconfiggere l’inestetismo legato alla cellulite quando è ancora agli stadi inizialisinergia perchè l’applicazione di creme, fanghi o gel deve essere accompagnata da massaggidieta sana e attività fisica.

Ecco dalla A alla Z, trucchiconsiglistrategie per rassodarti in un paio di mesi e arrivare in forma in spiaggia.

H come Hydrobike

Un bel tuffo in piscina ti può aiutare a contrastare l’inestetismo della cellulite, puoi scegliere tra nuoto, acquagym oppure l’hydrobike (detto anche acqua spinning)

Pedalando a ritmo di musica su particolari bici immerse nell’acqua provoca un massaggio dell’acqua che agisce come stimolatore della circolazione, favorendo il ritorno venoso e il drenaggio dei liquidi.

Attenzione all’alimentazione prima di tuffarti in acqua: bisogna lasciar passare almeno 2 ore dal pasto e se la lezione è al mattino, fare colazione leggera con una tazza di tè e miele, ma senza latte.

I come insalata

L’insalta riempie perchè e ricca di fibre ed ha pochissime calorie (circa 25 per etto, solo 20 la lattuga) e contiene molta acqua che aiuta lo smaltimento delle tossine nell’organismo.

J come jeans

Anche il modo in cui ci si veste può favorire la formazione della pelle a buccia d’arancia: infatti gli abiti troppo aderenti, quelli che comprimono e indumenti attillati, ostacolano sia la circolazione linfatica che quella sanguigna, facilitando a lungo andare l’accumulo adiposo che poi degenera in cellulite.

K come Kneipp

L’idropercorso vascolare o percorso Kneipp, è una delle terapie più efficaci contro la cellulite. Si può fare inuna spa della tua città o in un centro termale.

In cosa consiste il percorso Kneipp?

Si cammina per circa 20 minuti in corridoi d’acqua, passando in continuazione da zone calde a zone fredde: questo passaggio rapido da temeprature calde a temperature fredde detrmina l’attivazione della circolazione periferica attraverso la dilatzione e costrizione alternata di piccole arterie e capillari.

Anche sotto la doccia puoi fare una sorta di percorso Kneipp massaggiando tutte le mattine dalla vita in giù con il getto dell’acqua tiepida per risvegliare la circolazione. Non fare docce troppo calde e prima di uscire passa un getto d’acqua fredda sulle gambe che ti aiuterà a stimolare il microcircolo.

M come mar morto

Fare un bel bagno caldo con i sali del mar morto che trovi in vendita in erboristeria o in profumeria, depura, elimina le tossine, drena e rivitalizza il microcircolo.Immergiti per un quarto d’ora circa nella vasca da bagno con acqua cosparsa da sali.

Per ottenere i risultati migliori la temperatura dell’acqua è molto importante: l’ideale averla la massimo a 28 gradi. Dopo il bagno resta in relax al caldo per 20 minuti, per eliminare con la sudorazione i liquidi in eccesso.

N come nespole

Le nespole hanno proprietà disintossicanti, sono ricchi di acqua e sali minerali, contengono vitamina C, utile per proteggere i capillari che sono più a rischio di rottura. Si possono consumare le nespole anche in forma di decotto, facendo nollire in una tazza d’acqua 30 grammi di polpa e bucce per 15 minuti. Berne 3-4 bicchieri lontano dai pasti.

O come oligominerali

Sappiamo ormai che anche l’acqua può aiutare contro la lotta alla cellulite, bisognerebbe berne almeno 2 litri al giorno, che però possono essere sostituiti anche da tè o tisane, rigorosamente non zuccherati.

Scegliere l’acqua con residuo fisso inferiore a 50 milligrammi oppure acqua oligominerale. Ad inizio giornata bere 2 bicchieri d’acqua a stomaco vuoto e poi fare una colazione leggera.

P come Palper-Rouler

Il palper-rouler è un automassaggio da fare a casa tutti i giorni per venti minuti mentre ti rilassi ascoltando musica o guardando la tv: frizionare i punti critici cercando di sollevare i cuscinetti dai tessuti, pizzicandoli con pollice e indice.

Q come Qi Gong

Il qi gong è un’attività rilassante per rallentare il ritmo delle tue giornate: prevede la meditazione, la concentrazione mentale, il controllo della respirazione e particolari movimenti di allungamento.

R come ricotta

Tra i formaggi la ricotta è il più light, di pecora o di mucca, si può consumare anche 2-3 volte a settimana, in porzioni di 100 grammi. Puoi utilizzarla come condimento della pasta con una spruzzata di pepe.

È importante privilegiare formaggi freschi nella propria dieta, come mozzarella, stracchino, piuttosto che quelli stagionati più ricchi di  sale e grassi.

S come salsa

Salsa, mernghe, cha cha cha, rumba, tango,….

ballare è un’attività aerobica che migliora l’ossigenazione dell’organismo e il tono muscolare dei glutei, mantenendoli alti e sodi, mentre si rassodano cosce e polpacci. Inoltre si bruciano mediamente dalle 200 alle 600 calorie all’ora.

Importante è la costanza: bisogna ballare almeno 2 volte a settimana per 45 minuti circa.

T come tisana

Le tisane consigliate per la lotta ai cuscinetti della cellulite sono a base di ananas, mirtillo, ortica, betulla, tarassaco, gramigna, ippocastano: tutte con azione diretta o indiretta sulle alterazioni che sono alla base della comparsa di cellulite.

Tisana per smaltire liquidi in eccesso

Mix di erbe da farsi preparare in erboristeria: 100 grammi di estratto secco di gramigna, 20  di radice di tarassaco, 50 grammi di betulla, 30 grammi di pilosella. Lasciare in infusione in un litro d’acqua a 100 gradi per 5 minuti. Ottima la sera e meglio se lontana dai pasti.

U come ultravioletti

I raggi ultravioletti del sole e il calore dilatano i vasi capillari e danneggiano ulteriormente i tessuti dove c’è la cellulite.

Quindi utilizzare uno scherma per gambe con un filtro di protezione 30 nelle zone critiche e mantenerle sempre bagnate utilizando un vaporizzatore di acqua fredda.

V come verza

La verza è un ortaggio ricco di sali minerali, fibre vitamina C, ha proprietà antiinfiammatorie e depurative.

Una ricetta con la verza

500 grammi tagliati alla julienne di verza, due carote, un finocchio. Far rosolare mezza cipolla con 2 cucchiaini di olio e due si acqua per 5 minuti; unire le verdure, salare leggermente e condurre la cottura con un litro di brodo vegetale per circa 30 minti. Frullare la preparazioe ancora calda con un chucchiaio di olio, 50 grammi di basilico e 125 grammi di yogurt al naturale.

Y come yogurt bianco

Lo yogurt se consumato tutti i giorni ripristina i processi intestinali spesso alterati causa una vita frenetica, pasti sregolati e cattive abitudini alimentari. La flora batterica si rinforza, la pancia si sgonfia e si eliminano le tossine.

Puoi consumare 2 vasetti da 125 grammi al giorno, uno al mattino e uno a metà giornata nel pomeriggio.

Z come zenzero

Lo zenzero è una spezia dai poteri disintossicanti e drenanti.

Quando senti una irrefrenabile voglia di dolce, non cedere alle macchinette e alle merendine ricche di grassi e di zuccheri, ma bevi una tazza di tisana allo zenzero.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*