Home / Cura del bambino / Dire di no fa bene alla crescita

Dire di no fa bene alla crescita

L’ educazione dei figli non è cosa semplice. L’amore incondizionato porta i genitori, oggi sempre più spesso, a confondere l’affetto con l’essere permissivi. Mai errore fu più fatale. Oggi gli impegni lavorativi e la frenesia della vita quotidiana hanno contribuito all’acuirsi del distacco tra genitori e figli. Per compensare il tempo perso, così, si finisce per dire di si a troppo cose e troppo presto.
Certo, le considerazioni socio-culturali ci portano ad analizzare l’epoca moderna e con essa i cambiamenti che le sono connaturati, dando una giustificazione a tutto. Ma nella fase di crescita del bambino bisogna mostrare molta attenzione a come ci si comporta.

Il vantaggio di dire no

Nessuno vuole, ovviamente, intendere con dire “no” un atteggiamento repressivo e dittatoriale di mamma e papà. Si vuole, semplicemente, indurre ad una riflessione più accurata. E’ necessario, innanzitutto, discernere le richieste accettabili di nostro figlio da quelle no accettabili. Ogni età è diversa dall’altra e non a caso. La maturazione intellettiva e comportamentale richiede tempo e non si può trattare un bambino di 6 anni come uno di 15. Quindi, se voi genitori ritenete che questo o quello non vada fatto, siate fermi nelle vostre posizioni. Lo sbaglio più grandi è, infatti, mostrarsi duri dicendo “no” e poi cedere alla prima moina o alla prima rimostranza di vostro figlio.

Siate risoluti e decisi, ma sappiate anche essere dolci e accondiscendenti quando è il momento!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*