Home / Benessere e prevenzione / Una nuova pillola per dimagrire:è possibile?

Una nuova pillola per dimagrire:è possibile?

In Gran Bretagna hanno messo in commercio una nuova pillola per dimagrire: Meratol. Pubblicizzano il prodotto come una pillola che fa smaltire la ciccia e quindi fa perdere peso anche se si è seduti sul divano tutto il giorno.
In realtà, afferma il nutrizionista professore associato di scienze dietetiche applicate preso l’Università di Catania, Fabio Galvano, questa è l’ennesima trovata pubblicitaria da cui bisogna stare alla larga, infatti nessuna compressa può far perdere peso per magia, semplicemente ingoiandola.
Meratol è un integratore alimentare composto da alga bruna, fico d’India, minerali e oligoelementi, e promette di aumentare le capacità del metabolismo grazie allo iodio presente nell’alga,  inoltre grazie alla fibra contenuta nel fico d’India, aumenterebbe anche il senso di sazietà. Ma in realtà Meratol, come tanti altri integratori alimentari con presunte capacità dimagranti, non ha efficacia. Il massimo che possono fare gli integratori alimentari è procurare un momentaneo senso di sazietà grazie alle fibre di cui sono composti.
Non esistono pillole che facciano dimagrire stando comodamente seduti sul divano, è sempre e solo  in associazione ad una dieta ipocalorica a alla costante attività fisica che tali integratori alimentari possono essere coadiuvanti della perdita del peso.

Farmaci per ritrovare la linea

Innanzitutto qualunque farmaco deve essere prescritto e assunto sotto controllo medico, in ogni caso non esiste alcun farmaco o psicofarmaco, la cui assunzione sia giustificata per ritrovare la linea.
Ad esempio diuretici e purganti, hanno un effetto sul calo del peso, ma non sul dimagrimento, perchè non intaccano i grassi corporei, ma eliminano temporaneamente i liquidi.
Esistono farmaci che, stimolando l produzione di ormoni tiroidei, accelerano il metabolismo, ma sono indicati solo nella cura di una tiroide poco attiva.

I farmaci contro l’obesità

I medicinali contro l’obesità sono riservati esclusivamente alle persone che hanno gravi problemi di peso, non certo a chi vuole eliminare qulache chilo di troppo. Fra le sostanze contro l’obesità c’è la sibutramina, uno psicofarmaco che agisce sul sistema nervoso centrale e potenzia il senso della sazietà, ma ormai è stato ritirato dal commercio in quanto è stato ritenuto troppo pericoloso; ricordiamo anche l’ orlistat, un inibitore della lipasi pancreatica, cioè della trasformazione dei trigliceridi in monogliceridi, che impedisce l’assimilazione dei grassi, oggi venduto sotto altro nome anche senza ricetta medica.
Da questi medicinali bisogna stare alla larga, in quanto gli effetti collaterali sono molto seri, tollerabili solo da chi deve sconfiggere una grave obesità.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*