Home / Gravidanza e medicina / Toxoplasmosi in gravidanza

Toxoplasmosi in gravidanza

La toxoplasmosi è una zoonosi, cioè una malattia infettiva o parassitaria degli animali che può essere trasmessa all’uomo, causata da un microorganismo che compie il suo ciclo vitale all’interno delle cellule. Per le donne in gravidanza può essere molto pericoloso in quanto può essere trasmessa al feto.

Inizialmente si associava la toxoplasmosi ai gatti, ritenendo i contatti con i felini le ragioni principali di infezione. In realtà, solo il toccare le feci dei gatti provocherebbe il contagio e solo se appartenenti ad animali randagi. Certo, per evitare qualsiasi dubbio, se avete un gatto in casa cercate di far cambiare la lettiera da qualcun altro. In caso non poteste fare diversamente, usate sempre dei guanti monouso e lavate bene le mani.

Come si contrae la toxoplasmosi

Degli studi recenti, i cui risultati sono stati pubblicati sul British Medical Journal, è emerso che le principali fonti di infezione derivano dal consumo di carne cruda e semicruda ( carpaccio, prosciutto crudo, capocollo, tartara, salsicce e carne essiccata). E’ quindi molto importante lavarsi bene le mani dopo aver toccato la carne cruda o dopo essere venuti a contatto con le padelle in cui è stata cucinata.

Un altro terreno di infezioni sono gli orti e i giardini, dove animali infetti possono aver defecato. E’ quindi da evitare il contatto con gli occhi o con la bocca se abbiamo praticato qualunque attività di giardinaggio.

Sintomi

I sintomi della toxoplasmosi possono essere molto leggeri: gonfiore delle ghiandole dalla testa al collo, febbre, dolori muscolari e articolari, stanchezza. Il più delle volte si tratta, però, di una malattia asintomatica.

Come diagnosticarla

Appena scoprite di essere incinta, andate dal vostro medico che vi sottoporrà ad un toxo test, un esame che serve a stabilire se prima della gravidanza è stata contratta la malattia. La cura per evitare che il contagio si trasferisca dalla mamma al feto è un trattamento antibiotico a base di spiramicina, un antibiotico ben tollerato sia dalla mamma che dal feto.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*