Home / Giochiamo insieme / Festa di compleanno in casa:giochi da fare insieme

Festa di compleanno in casa:giochi da fare insieme

Il giorno del compleanno di vostro figlio potete scegliere di organizzare fuori la sua festa, magari in un locale attrezzato, oppure farla in casa. Quest’ultima soluzione sta tornando in voga, dopo un periodo in cui sembrava aver ceduto le armi.

Ma come possiamo intrattenere i bambini?

I bambini più piccoli, quelli tra l’uno e i tre anni, si organizzano a modo loro. Basta mettere un po’ di musica e dargli qualche giocattolo, come dei lego o dei libri colorati per farli contenti. In realtà, in questa fase della loro vita i bambini sono molto curiosi ed occupano il loro tempo sperimentando i rapporti con gli altri, mettendo in disordine e andando a gattoni per tutta casa. Lasciamoli fare, senza per forza volerli coinvolgere in giochi che non gli piacerebbero.
Con i più grandicelli possiamo preparare.dei giochi da fare in gruppo. Interveniamo nei momenti “morti” e sottoponiamoli, con l’aiuto di qualche altro adulto, dei giochi di gruppo. Uno dei giochi più amati dai bambini è il “Percorso“: si dividono i bambini in due squadre a capo delle quali si mette un adulto (magari, inventate per ogni gruppo uno “slogan di incitamento” per favorire la coesione di gruppo). Si crea un percorso con gli oggetti che avete in casa: disponete tre o quattro sedie – a seconda dello spazio che avete – una fila di bottiglie piene e, alla fine, un tavolino con sopra due ciotole piene d’acqua all’interno delle quali metterete un certo numero di palline. Ciascun componente della squadra dovrà prendere in bocca un cucchiaio, tenere le mani ferme dietro la schiena e compiere il percorso, girando intorno alle sedie e passando intorno alle bottiglie. A questo punto si troverà davanti la ciotola e dovrà prendere con il cucchiaio che ha in bocca una pallina, fare a ritroso lo stesso percorso e consegnare la pallina all’adulto. Vince chi riesce per primo a portare tutte le palline all’adulto. E’ un gioco molto amato dai bambini: provare per credere!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*