Home / Gravidanza e medicina / Endometriosi e gravidanza

Endometriosi e gravidanza

L’ endometriosi è una malattia che colpisce le donne in età riproduttiva, tra i 20 e i 40 anni. Nel 30-40% dei casi non da sintomi e viene scoperta nel momento in cui ci si accorge della difficoltà di rimanere incinta. Oggi sempre più donne soffrono di endometriosi e ci si sta muovendo per tentare di risolvere il problema.

Sintomi dell’endometriosi

L’ endometriosi è caratterizzata dalla crescita di un tessuto endometriale in sedi anomale. L’ endometrio è il tessuto che ricopre la superficie dell’utero e che ogni mese si sfalda durante il ciclo mestruale. Nelle donne che soffrono di questa patologia l’endometrio si sviluppa al di fuori dell’utero, causando dolore, sterilità e altri problemi. I sintomi riscontrati più di frequente sono dolori prima, dopo e durante il ciclo mestruale, dolori durante o dopo i rapporti sessuali, sterilità e sanguinamento intenso e irregolare. Si possono anche avvertire stanchezza, dolori all’ovulazione, diarrea, stitichezza o disturbi intestinali di altro tipo.

Una gravidanza per combattere l’endometriosi

Poiché la gravidanza causa una remissione temporanea della sintomatologia e poiché con l’andare del tempo la malattia potrebbe peggiorare, si consiglia alle donne affette da endometriosi di avere un figlio quanto più presto possibile. E’ ovvio, però, che questa soluzione comporta non pochi problemi: la donna potrebbe non avere un partner oppure non desiderare un figlio nell’immediato. Viene, così, anche utilizzata la chirurgia conservativa con l’uso del laparoscopio, che comporta la distruzione delle lesioni causate dalla patologia e permette di avere una gravidanza.
In Italia molte donne sono riuscite ad avere un figlio dopo essersi sottoposte all’intervento.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*