Home / I consigli della Psicologa / Bambini aggressivi: come comportarsi

Bambini aggressivi: come comportarsi

I bambini cominciano da piccolissimi ad esternare i propri disagi dinanzi ai dinieghi dei genitori. Non accettano i “no” e le privazioni che ne derivano, mentre mamma e papà, dal canto loro, si disperano per cercare di ritrovare il bandolo della matassa. Per quanto questi atteggiamenti di ribellioni siano il chiaro segno di una personalità in via di emancipazione, è giusto porre dei limiti per una sana educazione.

Cosa fare

Se vostro figlio si intestardisce di fronte ad una vostra proibizione, dovete cercare di mantenere il sangue freddo e di imporre la vostra decisione senza cadere nell’ira. Gli atteggiamenti risoluti sono il migliore deterrente per questo tipo di comportamenti: vostro figlio ha bisogno di sapere che avete voi in mano la situazione. Allora siate fermi sulle vostre posizioni. Anche se all’inizio sarà difficile vedere vostro figlio che scalpita perché ritiene ingiusta la vostra decisione, con il tempo capirà e imparerà a non discutere su quello che gli dite. E’ importante che non vi mostriate traballanti. Non imponetevi per poi ritrattare, altrimenti il bambino si troverà disorientato e non riconoscerà la vostra figura di genitore. Per quanto sia difficile, restate indifferenti alle sue rimostranze. Dopo qualche minuto, i capricci finiranno e tornerà da voi: un abbraccio e tutto sarà dimenticato! Non dimenticate mai di analizzare il motivo dell’insofferenza del bambino e di non sottovalutare il suo punto di vista. Lui ha una sua visione delle cose che va rispettata: intervenire solo quando lo ritenete giusto.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*