Home / Allattamento / Allattamento artificiale / Neonato stitico:dipende dal latte artificiale?

Neonato stitico:dipende dal latte artificiale?

Quando portiamo a casa il nostro piccolo dall’ospedale, diventiamo a tutti gli effetti il suo unico punto di riferimento. Sta a noi individuare i suoi problemi e aiutarlo a risolverli. Cosa fare se dopo qualche giorno ci rendiamo conto che il neonato non evacua regolarmente? Prima di tutto non bisogna disperare: si tratta semplicemente di un disturbo funzionale quindi non c’è di che allarmarsi. E’ risaputo che il latte materno funge da lassativo naturale, quindi, nella maggior parte dei casi, la stitichezza colpisce i neonati che vengono allattati artificialmente senza essere attaccati al seno.
Un’altra causa di stitichezza è riconducibile alla muscolature intestinale del neonato che non lavora in modo abbastanza efficiente. In entrambi i casi, la soluzione è aggiungere al biberon dei particolari zuccheri venduti in farmacia che aiutano il piccolo a produrre feci più morbide.
E’ proprio questa caratteristica, infatti, a farci capire che qualcosa non va per il meglio: le evacuazioni dei neonati sono normalmente liquide e non provocano alcun rossore. Se notiamo questo disturbo anche allattando al seno il piccolo, allora vuol dire che dobbiamo cambiare qualcosa nella nostra alimentazione. Dobbiamo integrare la nostra dieta con cibi ad alto contenuto di fibre, come la frutta, tra cui vanno segnalate, in particolare, le prugne cotte, e la verdura. Se nessuno di questi metodi ha gli effetti desiderati, allora possiamo acquistare in farmacia dei piccoli clisteri per neonati che, sotto forma di pompetta, aiutano il piccolo ad espellere l’aria accumulata e, di conseguenza, le feci. E’ meglio, comunque, rivolgersi al pediatra per chiedere consigli più specifici.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*