Home / Gravidanza e medicina / L’ansia in gravidanza

L’ansia in gravidanza

Quando si è in dolce attesa, non è possibile non pensare alla gravidanza con una certa preoccupazione. A far tribolare le future mamme non è soltanto lo “stato interessante”, ma anche il parto e la salute del piccolo.

Oggi la maggior parte delle donne lavora e, ovviamente, anche con il pancione l’attività prosegue. Il fatto è che al lavoro d’ufficio si aggiunge quello casalingo. Non basta concludere la giornata lavorativa per mettere la parola “fine” ai compiti da svolgere. C’è la casa da mandare avanti, il bucato da lavare e stirare, il pranzo da preparare. In più, con il passare del tempo la pancia cresce, le gambe e i piedi si gonfiano, e, di conseguenza, l’agilità viene meno. Non bisogna fare a tutti i costi le super – donne. In gravidanza c’è bisogno di relax e è essenziale fare una scrematura dei compiti effettivamente irrinunciabili.

Paure

Le paure delle future mamme sono connesse alla propria salute e, soprattutto, a quella del nascituro. Per esorcizzarle, è necessario che si accantonino le letture da “enciclopedia” riguardanti le malattie prenatali, i problemi dei neonati e delle mamme in casi limite. Ci si deve rilassare, invece, con letture poco impegnate, rilassanti e allegre, che, oltre a scacciare i cattivi pensieri, tranquillizzano anche il bambino. Prendete in mano un libro e stendetevi comodamente sul divano staccando la spina da tutto e da tutti. Meglio ancora se, avendone la possibilità, vi dedichiate alla lettura in un parco verde riscaldate dai raggi del sole: il livello di serotonina si alza e voi vi sentirete più positive!

Parto

Come dicono le nostre nonne, “le donne partoriscono da che mondo è mondo”, quindi non allarmatevi. Andrà tutto bene. Oggi, peraltro, la medicina ha fatto passi da gigante e si conoscono bene i problemi che possono eventualmente sorgere. Ad ogni problema c’è una soluzione, quindi state tranquille e non lasciatevi influenzare negativamente da racconti sentiti dire per caso. Ascoltate, invece, le storie di coloro che hanno già vissuto questa esperienza e fatene tesoro. Magari fate qualche esercizio di respirazione utile ai fini del parto: vi aiuterà anche a rilassarvi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*