Home / Cura del corpo / L’ incontinenza in gravidanza

L’ incontinenza in gravidanza

Circa il 10% delle donne durante la gravidanza soffre di incontinenza urinaria. Si tratta di un tipo di disturbo abbastanza frequente fra le gestanti che non riescono bene a controllare il flusso urinario in gravidanza incorrendo in fastidiosi rilasci di urina.
Le ragioni che causano questo tipo di inconveniente sono strettamente legati al cambiamento che il corpo della donna subisce in virtù della gravidanza. Prima causa su tutte è l’aumento del peso dell’utero sulla vescica, quindi sicuramente dopo il parto, con il ripristino dell’utero alle dimensioni normali, i problemi di incontinenza legati alla gravidanza scompariranno.
A questo fattore strettamente legato al corpo della donna, se ne aggiunge un altro di carattere ormonale: il progesterone che, prodotto in grande quantità dalla placenta, con le sue funzioni rilassanti impedisce alle donne in dolce attesa di avere un pieno controllo dello stimolo.

Quando si hanno problemi d’incontinenza in gravidanza?

Di solito l’ incontinenza in gravidanza si manifesta più facilmente nelle donne che sono alla loro seconda gravidanza perché la muscolatura del pavimento pelvico ha perso elasticità e sopporta con meno resistenza la pressione dell’utero. Per chi, viceversa, è in attesa del primo figlio, il disturbo si manifesta con meno frequenza e soltanto nelle ultime settimane di gravidanza.

Esercizi per prevenire l’incontinenza

L’ incontinenza delle gestanti si concluderà con il parto. E’, comunque, possibile praticare degli esercizi per aiutare il proprio corpo a reagire nel modo migliore. Provate a stendervi su un tappetino e a sollevare il bacino contraendo le natiche, poi rilassatevi. Continuate per circa trenta secondi seguendo la stessa alternanza. Potete anche rimanere in piedi e procedere con lo stesso tipo di allenamento.
Quello che è più importante è non diminuire la quantità di liquidi, pensando che bere più acqua significhi un aumento del disturbo. Niente di più sbagliato: le future mamme hanno bisogno di bere per eliminare, proprio con l’urina, le scorie presenti nell’organismo. Cercate di evitare sforzi eccessivi e di mangiare cibi piccanti che intacchino il corretto svolgimento dell’attività intestinale. Se il disturbo continua anche dopo il parto sottoponetevi ad una visita ginecologica. Vi verrà prescritta una terapia da seguire e degli esercizi da praticare che elimineranno il problema.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*