Home / Allattamento / Allattamento artificiale / Il biberon: come curarne l’igiene

Il biberon: come curarne l’igiene

Se allattiamo il nostro piccolo al biberon o se, semplicemente, alterniamo alle poppate al seno un biberon serale, dobbiamo stare molto attente a come laviamo il biberon. Non dimentichiamoci, infatti, che se fossimo sbadate o poco precise rischieremmo di sottoporre il piccolo all’attacco di germi che si sviluppano facilmente nel latte e da cui il neonato non sa difendersi.

Proprio per questo motivo non dobbiamo conservare per alcuna ragione il latte che rimane nel biberon. Va buttato via, anche se il prossimo pasto è vicino.

Dopo l’utilizzo, il biberon va pulito seguendo queste tre fasi:

  • prima va sciacquato con acqua corrente;
  • poi  si lava nuovamente con acqua calda e detersivo per i piatti aiutandosi con lo scovolino apposito;
  • infine, si risciacqua di nuovo con l’acqua corrente prestando molta cura all’eliminazione di eventuali residui del detersivo precedentemente usato.

Quando acquistiamo il biberon e ci prepariamo a usarlo per la prima volta sarebbe opportuno sterilizzarlo, per una nostra maggiore sicurezza. Possiamo procedere in due modi: sterilizzazione a caldo o sterilizzazione a freddo.

La prima viene effettuata per mezzo o del vapore, o del microonde, con un apposito contenitore, o dell’immersione del biberon in una pentola piena d’acqua portata ad ebollizione.

La seconda, invece, prevede che nell’acqua fredda vengano sciolte delle pastiglie con funzione disinfettante che si acquistano in farmacia. L’azione dura non più di 24 ore.

Ovviamente sarete voi a decidere quando è il caso di sterilizzare il biberon del piccolo, comunque non lasciate che passi troppo tempo. Ne va della salute del bimbo.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*