Home / Curiosità / Diventare mamma potenzia l’attività cerebrale

Diventare mamma potenzia l’attività cerebrale

Ci sono tanti luoghi comuni che gravitano intorno alle donne in dolce attesa. A parte la bellezza che sembra rifiorire ogni giorno sui loro volti, si parla spesso di un’eccessiva sensibilità che caratterizzerebbe le future mamme. Questo tratto viene spesso accostato ad una connotazione piuttosto negativa: le donne incinta sarebbero più melense e più melodrammatiche del “normale”. Niente di più falso! Il cervello delle gestanti così come quello delle neo mamme e delle mamme in genere è molto più efficiente e capace di affrontare più problemi contemporaneamente.
Vi consigliamo su tale argomento un libro da leggere:

“Sul cervello delle mamme” , Katherine Ellison

Il 1 gennaio 2011, edito dalla Rizzoli, è stato presentato il libro della giornalista statunitense, Katherine Ellison, nonché mamma di due bimbi,  dal titolo “Sul cervello delle mamme”. 303 pagine che inneggiano alla brillantezza intellettuale delle mamme, rigettando e confutando la tesi che vede le donne appena diventate madri meno pronte e più abbandonate a loro stesse. Grazie, infatti, all’esperienza del parto, a quella straordinaria della maternità e all’ossitocina, l’ormone dell’apprendimento, della memoria e quello che favorisce il legame con il bambino, il cervello delle mamme diventa più flessibile e più efficiente.
Le donne che diventano madre sono definite multi-tasking: il termine inglese, più musicale e evocativo, del nostro poli-funzionale. Si sviluppa, cioè, nelle mamme che devono, per forza di cose, badare alla cura dei figli, alla loro educazione, alla loro salute, una capacità di continuo rinnovamento di fronte alle diverse situazioni che di volta in volta si presentano loro contemporaneamente nell’arco della giornata.
Potremmo parlare, spingendoci più in là di quanto non abbiano fatto medici e ricercatori, di una rivisitazione “materna” della teoria dell’evoluzione darwiniana: rispetto a come cambiano le situazioni esterne, le mamme di volta in volta si adattano alle nuove situazioni e si evolvono per sopravvivere! D’altronde perché si dice che “di mamma ce n’è una sola”?!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*