Home / Parto / Dopo il parto / I diversi gradi di depressione

I diversi gradi di depressione

Nel nostro blog abbiamo trattato spesso l’argomento depressione post partum e cercato di dare informazioni utili e consigli per superare questo momento che sembra obbligatorio per tutte le donne che diventano mamme, ma le neomamme ci scrivono spesso per avere ulteriori informazioni e ci chiedono di riscrivere a riguardo. Allora cerchiamo ancora una volta di capire di cosa si tratta.
Alla nascita del bambino non tutte le mamme reagiscono di buon grado. Non che per loro non si tratti di un lieto evento, anzi.
A scatenare la reazione che molti definiscono di rifiuto, di rigetto nei confronti del bambino appena venuto al mondo, non è solo uno scompenso ormonale come spesso si pensa. I motivi di quest’atteggiamento affondano le loro radici nella psiche della donna che si sente impreparata, incapace di affrontare la società che le affibbia un ruolo ben definito e per lei poco praticabile.

Diversi gradi della depressione

Non si può fare di tutt’erba un fascio. Alcuni sintomi della depressione post-partum, infatti, sono in un certo senso connaturati al parto e al momento che ad esso immediatamente segue. La cosiddetta baby blues, la depressione “lieve”, sparisce al massimo in una quindicina di giorni.
Si tratta di una tappa obbligatoria, di una fase di transizione che tutte le mamme attraversano e che termina non appena si ricostituisce il nuovo equilibrio familiare. Se i pianti inconsolabili, la disperazione e l’ansia perdurano, allora bisogna rivolgersi ad un esperto.
Non c’è da che vergognarsi e non bisogna farsi vincere dallo sconforto. L’importante è non trascurare questa insofferenza perché potrebbe degenerare.

 

Il progetto “Depressione in gravidanza e nel post-partum”

L’Osservatorio Nazionale per la Salute della Donna sta promuovendo il progetto “Depressione in gravidanza e nel post-partum”, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute. L’obiettivo di questa iniziativa è aiutare le neo mamme e le donne in attesa ad interagire tra loro e a confrontarsi.
Sul sito web www.depressionepostpartum.it c’è una sezione “trova aiuto” in cui troverete tutti i centri d’ascolto dislocati sul territorio nazionale. 

Articoli correlati

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*