Home / Guida alla gravidanza / Aptonomia: la scienza del tocco

Aptonomia: la scienza del tocco

L’ aptonomia è una tecnica di stimolazione prenatale per favorire l’interazione fisica e lo scambio di stimoli tra il nascituro e i genitori nell’arco della gravidanza.
Oltre alla mamma, anche il papà partecipa a questo processo: fare coccole e carezze attraverso il pancione, parlare e cantare per abituarlo a riconoscere la voce della mamma o del papà o dei futuri fratellini, bussare con le dita sul grembo materno per stimolare la sua reazione e giocare con lui.

Si possono organizzare sedute di aptonomia per insegnare ai genitori a stimolare il proprio bambino ancora nella pancia, già a partire dal quinto mese o comunque da quando la mamma avverte i primi movimenti del bambino.

Quali sono i vantaggi dell’aptonomia

Molti sono i vantaggi che si possono trarre da questo modo di interagire con il proprio bambino: il piccolo ne trae vantaggio perché, attraverso la stimolazione, impara a reagire agli stimoli con il movimento e di conseguenza migliora il tono muscolare e la risposta del proprio corpo, inoltre tutti gli stimoli che riceve dal mondo esterno, oltre allo stabilire un rapporto più stretto, creano intorno al bambino una sensazione di sicurezza e protezione; si diminuisce il rischio di parto prematuro, i disturbi di natura ansiosa durante la gravidanza si riducono e anche il parto è meno difficile.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*