Home / Cura del bambino / Perché i neonati faticano ad addormentarsi

Perché i neonati faticano ad addormentarsi

neonato che piangeNei nove mesi trascorsi nel ventre materno, il bambino vive in un’oasi pre-natale: luce fioca, calore e leggero dondolio derivante dai movimenti della mamma. Nel momento in cui viene al mondo, si vede strappare di forza tutto quello a cui era abituato e che lo faceva sentire al sicuro. Ecco perché è nervoso, inquieto, a volte irritato. Il nostro compito di genitori è rendergli nei primi mesi di vita quanto più possibile tranquillo il nuovo ambiente.

Come calmare il neonato: fasciarlo

Utile nei primi tre o quattro mesi di vita, ricrea intorno al neonato la sensazione che provava quando era avvolto dalle pareti uterine. La fasciatura non deve essere troppo stretta e non deve impedire i movimenti. Il suo scopo è quello di creare una continuità esperenziale tra la vita che il neonato ha condotto prima della sua venuta al mondo e quella a cui deve abituarsi.

Cullarlo

Ognuno trova il suo modo si cullare il neonato: ci sono le culle a dondolo, quelle appese al soffitto, oppure le carrozzine che vengono tirate ritmicamente avanti e indietro. La cosa migliore sarebbe tenere il bambino vicino a se, magari con un marsupio, mentre noi svolgiamo le nostre faccende. In  questo modo il piccolo, sentendo il nostro odore e cullato dai nostri movimenti, si calmerà.

Fargli ascoltare un suono che gli ricordi la sua vita uterina

E’ il classico “Sssshhhhh”, che richiama il suono del sangue che fluisce nell’aorta, il suono che il neonato sente per tutti e nove i mesi. In alternativa si possono ascoltare suoni e musiche, in dvd o mp3, che riproducono l’eco del ventre materno. Le melodie ripetitive e cadenzate dallo stesso ritmo hanno lo stesso effetto soporifero: anche il rumore degli elettrodomestici, come il phon e l’aspirapolvere, collaborano a far cadere il neonato nelle braccia di Morfeo.

Dargli qualcosa da succhiare

L’uso del ciuccio è uno dei metodi più noti ed è usato congiuntamente a quelli precedenti. Il ciuccio aiuta il piccolo a tranquilizzarsi e, secondo alcuni studi americani, facilita la respirazione e il mantenimento della posizione supina. La suzione è un istinto naturale del neonato che gli ricorda il seno materno. Bisogna stare attente alla frequenza con cui si da il ciuccio al bimbo perché potrebbe confonderlo, facendogli sentire di meno il bisogno di attaccarsi al seno e  provocando la conseguenta diminuzione della produzione del latte materno.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*