Home / Guida alla gravidanza / Natale in gravidanza: una vacanza rilassante

Natale in gravidanza: una vacanza rilassante

Natale in gravidanzaInutile negare che le vacanze di Natale possono essere stressanti: abbandonare casa, scegliere i regali giusti, chiamare amici e parenti per gli auguri, preparare pranzi e cene o anche solo partecipare ad impegnativi cenoni, una maratona che può essere faticosa in gravidanza.

L’organismo della donna è in continuo lavoro, trasformandosi sin dai primi giorni per adattarsi alla presenza del piccolo, è naturale che la futura mamma provi stanchezza e abbia necessità di dormire più del solito.

Magari tra buste, scatole e sacchetti, in questo periodo fare shopping può rivelarsi un’attività fisica impegnativa. Forse può essere una soluzione delegare a qualcun’altro questo compito in particolare per le donne che vivono gli ultimi mesi di gravidanza, oppure scegliere regali piccoli e leggeri o farsi accompagnare.

Un bel viaggio per le vacanze di Natale

Se magari la gravidanza è già ben avviata ma ancora lontana dal termine, può essere il momento ideale per concedersi un viaggio rilassante, magari approfittando delle occasioni del periodo natalizio.

Se decidi di partire non dimenticare di mettere in valigia la documentazione medica: risultati degli esami, ecografie, data presunta del parto, gruppo sanguigno, dati su eventuali allergie e intolleranze alimentari, numero di telefono del tuo ginecologo e dell’ostetrica.

Se farai un viaggio in un Paese dell’Unione Europea, hai diritto a ricevere assistenza in caso di necessità presso le strutture sanitarie pubbliche locali, basta portare con sè la Tessera Europea Assicurazione Malattia rilasciata dal Servizio Sanitario Nazionale.

Un brindisi a misura di pancione

Il giorno di Natale vorresti brindare con una coppa di Spumante?

Dal momento che sai di essere incinta è opportuno che tu smetta di bere alcolici, però, il consumo occasionale di una modesta quantità di alcol in gravidanza non è pericoloso. È invece l’assunzione continuata nel tempo che comporta rischi per lo sviluppo del feto.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*