Home / Cura del bambino / Laringomalacia: di che cosa si tratta?

Laringomalacia: di che cosa si tratta?

laringomalaciaLa laringomalacia è un disturbo congenito della laringe caratterizzato da un rumore a tonalità acuta inspiratorio e da un’ostruzione delle vie aeree. Rappresenta la più frequente tra le anomalie congenite della laringe.
Si tratta di una debolezza costituzionale della cartilagine dalla laringe, che risulta meno rigida di quanto dovrebbe, specie quando il bambino inspira. Può essere diffusa in forma lieve anche nei bimbi appena nati.

Solo raramente peggiora con il tempo, più frequentemente migliora in modo spontaneo, senza trattamenti specifici.
La laringomalacia può creare difficoltà al bambino qualora sviluppasse un’infezione respiratoria, restringendo ulteriormente, sia pur in modo transitorio la laringe a causa dell’infiammazione locale.

SintomiIl sintomo più comune è un respiro rumoroso, talora difficoltoso.
Il rumore è accentuato dal pianto, dalla posizione supina e quando il collo è flesso; migliora se si posiziona il bimbo a pancia in giù, con il collo iperesteso.
Un processo simile può interessare anche la trachea, prendendo il nome di tracheomalacia, e i bronchi (broncomalacia). La causa è sconosciuta. L’anomalia si risolve spontaneamente allorquando lo sviluppo della cartilagine funge da sostegno delle strutture anatomiche interessate.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*