Home / Alimentazione in gravidanza / Vitamine e minerali durante la gravidanza

Vitamine e minerali durante la gravidanza

vitamine e minerali in gravidanza Come ti aiutano ora che sei incinta le vitamine e i minerali?
Questi micronutrienti sono essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo, poichè intervengono quasi in tutti i processi metabolici.

Vitamina A: alleata della placenta

Nei vegetali si trova in forma di betacarotene o provitamina A che l’organismo trasforma in vitamina A.
Interviene nella differenziazione, riproduzione e proliferazione cellulare e nella maturazione degli organi. In caso di carenza, aumenta il rischio di distacco di placenta e parti prematuri, preeclampsia, ritardo nell’accrescimento fetale e le nascite sottopeso; inoltre nelle madri con AIDS la sua assuefazione favorisce la trasmissione del virus HIV al figlio.
Le verdure che contengono la vitamina A: carote, spinaci, zucca, patate dolci
Dose raccomandata: 5000 UI al giorno di vitamina A durante i 9 mesi. Un dato molto importante per le donne inicinte: il betacarotene non è tossico, anche se si assume in grandi quantità, cosa che non succede con la vitamina A, che può causare malformazione al feto ed il cui consumo deve essere consigliato dal medico. Anche se si dice che le verdure contengono la vitamina A, si tratta di betacarotene.

Vitamina B9 (acido folico): previene le malformazioni

L’acido folico è idrosolubile, per questo devi mangiare gli alimenti che lo contengono crudi, altrimenti si rischia di perdere fino al 50% del suo valore nutritivo.
E’ fondamentale per la sintesi degli acidi nucleici (DNA e RNA) e risulta anche essenziale per la divisione cellulare del sistema nervoso centrale e dei globuli rossi e bianchi; previene malformazioni congenite, soprattutto del tubo neurale (spina bifida), palato e labbro leporino, e riduce le probabilità di nascite sottopeso. In caso di forte carenza, si possono ridurre le malformazioni menzionate, distacco prematuro della placenta, anemia e parto prematuro.
Le verdure che contengono la vitamina B9: legumi (piselli, fagioli, ceci), spinaci, crocifere(broccoli, cavolfiore, cavoletti), germogli di grano e soia, pomodori.
Dose raccomandata: si consigia di cominciare ad assumere supplementi di acido folico diversi mesi prima di rimanere incinta, con la dose di 0,4 mg al giorno, e seguire così fino alla seconda metà della gestazione, poi aumentare la dose a 0,6 mg al giorno.

Vitamina C (acido ascorbico):previene le infezioni

La vitamina C è idrosolubile, si distrugge con il caldo, la luce e l’ossigeno, e si scioglie nell’acqua, è per questo che si raccomanda di cucinare poco o per niente gli alimenti che la contengono.
Favorisce l’assorbimento del ferro, aumenta le difese immunitarie dell’organismo contro le infezioni e i radicali liberi, interviene nella formazione di denti ed oossa, nella cicatrizzazione delle ferite e nella sintesi del collagene, tessuto connettivo che è importante per la crescita e la riparazione delle cellule dei tessuti.
In condizioni di carenza aumenta il rischio di infezioni, eclampsia, parto prematuro e anemia sideropenica, inoltre il bebè può essere danneggiato dall’azione dei radicali liberi.
Le verdure che la contengono: pomodori, pepperoni rossi e verdi, patate, cavolfiori, bieta, broccoli, verdura a foglia verde come prezzemolo.
Dose raccomandata: 60 mg al giorno nella prima metà della gravidanza e 80 mg al giorno nella secoda metà e durnate l’allattamento. Le fumatrici devono aumentare la dose a 80mg e 100 mg al giorno.

Vitamina K(fillochinone): aiuta la coagulazione

E’ quella vitamina che si trova nelle piante a foglia verde e non viene distrutta con i trattamenti termici e dalla luce.
E’ fondamentale per la coagulazione del sangue. Normalmente non manca mai perchè viene assorbita attraverso la flora batterica intestinale a meno che dopo il ungo trattamento conantibiotici sia avvenuta una distruzione totale di questi batteri.
Il feto no la riceve attraverso la placenta, nè l aproduce durante i rpimi giorni della sua vita, ma la riceve con il latte matrno.
Le verdure che contengono la vitamina K: spinaci, cavolo, cavolfiore, cime di rapa, verdura a foglia verde.
Dose raccomandata: 0,5 mg al giorno per 1 kg di peso.

Calcio: per la tue ossa e per quelle del tuo bambino

Tuo figlio ha bisogno di questo minerale per formare le sue ossa e i suoi denti e tu per non perderli.
Inoltre interviene nella coagulazione del sangue. Se non assumi la dose sufficiente di calcio, tuo figlio lo prenderà dal tuo organismo.
Le verdure che lo contengono: verdure a foglia verde , fagioli
Dose raccomandata: 800 mg al giono nella prima metà della gravidanza e 1200 mg al giorno nella seconda e durante l’allattamento. va detto che il calcio no viene assimilato senza la vitamina D, che viene prodotta dal corpo con l’effetto del sole od ottenuta dai latticini.

Ferro: combatte l’anemia

Serve alla sintesi dell’ emoglobina, il pigmento contenuto nei globuli rossi che trsporta l’ossigeno destinato a rifornire le cellule. Inoltre, tuo figlio ne ha bisogno per formare i suoi globuli rossi. La mancanza di ferro produce anemia.
Le verdure che contengono il ferro: soia, piselli e spinaci
Dose raccomandata: 18 mg al giorno nella prima metà della graivadanza e tra 30 e60 mg al girno nella seconda metà e durante l’allattamento. Per assimilare bene il ferro sono necessari rame, cobalto, manganese e vitamina C, mentre l fibra ostacola la sua assimilazione. Il ferro è indispensabile a sua volta per utilizzare al meglio le vitamine del complesso B.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*