Home / Parto / Dopo il parto / Depressione post partum: stato naturale che si può evitare

Depressione post partum: stato naturale che si può evitare

Evitare depressione post partum

Circa l’80% delle neo mamme prova dopo il parto un grande sconforto, che viene chiamato depressione post partum. Normalmente appare subito, nella prima settimana dopo il parto oppure dopo circa due o tre settimane, non dura più di tre giorni, anche se in alcuni casi il sentimento di sconforto che si vive dura più a lungo. Infatti alcune mamme che non possono contare sull’aiuto del compagno o della famiglia, si deprimono, si lasciano dominare da sentimenti negativi che le portano ad allungare il periodo di “depressione”.
La depressione post partum è uno stato naturale facile da trattare, e solo l’ignoranza e la paura di chiedere aiuto possono aggravare il problema. Seguendo piccole accortezza, la depressione post parto no solo può essere vinta, ma può anche essere evitata.


Fai esercizi fisici

Le attività fisiche ti aiutano a combattere quei sentimenti depressivi che puoi vivere dopo il parto, causati da un disagio psicologico quale il senso di colpa o da un disagio fisico conseguenza del mancato aiuto del partner o della famiglia di origine. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che gli esercizi, eseguiti regolarmente, apportano benefici psicologici: ti aiutano a scaricare tensione, aggressività e prevengono la fatica, poichè generano più vigore e benessere. Se no hai tempo di frequentare una palestra, puoi realizzare una serie di esercizi semplici anche a casa, mentre il piccolo dorme o semplicemente uscire e passeggiare con lui in carrozzina.

Alimentati bene

Con una buona alimnetazione puoi ritrovare i ltuo tono muscolare e le sostanze nutrienti che hai dovuto condividere con tuo figlio. Dopo il parto hai sicuramente le pile scariche, e per questo devi assumere vitamine, soprattutto del complesso B e bere molto latte per l’assunzione di calcio. Riduci il consumo di sale e gli alimenti ricchi di sodio in modo da evitare la ritenzione dei liquidi. Consuma molta frutta succhi e frullati, fonte di salute e vitalità.

Dedica un po’ di tempo a te stessa

Ora sì sei madre, ma non dimeticarti che sei prima di tutto donna e devi sentirti bene con te stessa. Lascia da parte la vestaglia e quei capelli spettinati: essere mamma non significa non essere più attraente, preparati, truccati, cambia pettinatura e no trascurare il tuo abbigliamento. Dedica del tempo a te stessa, cerca di trovare del tempo per i tuoi interessi, anche se in primis c’è il piccolo, non dimenticare te stessa.

Adattati al cambiamento

Non farti dominare dal grande evento che è stata la nascita di tuo figlio, ma domina tu questa realtà cercando di organizzare al meglio la tua vita quotidiana, cercando di non rinunciare alla vita che facevi prima di diventare madre. Sicuramente non ritornerai alla routine di prima, ma questo non deve portarti alla rassegnazione. Se hai bisogno di aiuto chiedilo, non essere orgogliosa, ricordati che non sei una Wonder Woman, hai vissuto nove mesi di stress fisico ed emotivo ed hai dei compiti nuovi da svolgere, quindi cerca di trovare dei momenti in cui recuperare le tue forze. Soprattutto cerca di non isolarti, mantieni i contatti con le altre madri che magari hai conosciuto nel corso preparto o in ospedale prima del parto. Racconta i tuoi sentimenti e confrontati con loro, il fatto che loro possano comprenderti ti farà sentire meglio e ti tranquillizzerà.

Articoli correlati

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*