Home / Guida alla gravidanza / Salute in gravidanza (prima parte)

Salute in gravidanza (prima parte)

Ecco alcuni punti importanti per sapere come comportarsi in gravidanza, dall’ alimentazione ai farmaci, dallo stress quotidiano al sonno.
Leggi le indicazioni più importanti, sono state raccolte dalle domande più frequenti che vengono poste dalle donne incinte.
Prima parte.

Cosa sai del consumo dell’alcol?

Le indicazioni medico sanitarie nel nostro paese non sono molto restrittive, limitano l’uso di alcolici a una o due unità al massimo, due volte alla settimana. Per capirci meglio, un’unità corrisponde a circa un bicchiere piccolo di vino o a un quarto di litro di birra possibilmente chiara. Bisogna essere estremamente caute con l’assunzione dell’alcol: un bicchiere di vino a tavola probabilmente non arrecherà nessun danno, ma un comportamento veramente prudente è quello di bandire totalmente l’alcol durante la gravidanza, soprattutto a partire dal sesto mese di gestazione quando comincia il periodo i rapido sviluppo delle funzioni celebrali.

I raggi X in gravidanza non sono pericolosi?

I raggi X impiegati per le radiografie sono alquanto pericolosi per un bambino e possono provocare malformazioni. Nonostante i rischi siano ormai accertati, è improbabile che tu venga sottoposta ad un radiografia dall’addome. In altri casi, come le radiografie dentali, i raggi X non sono nocivi. E’ bene comunque informare sempre il dentista della gravidanza.

Lo stress in gravidanza

Recenti ricerche hanno dimostrato che un eccesso di stress in gravidanza potrebbe nuocere gravemente al bambino, riducendone lo sviluppo.
Gli ultimi risultati azzardano un collegamento tra lo stress e i casi di preeclampsia o di iperattività in età prescolare.
Benchè sia del tutto naturale essere preoccupati ed ansiosi in gravidanza, l’assunzione di alcol e droghe potrebbe nuocere al bambino in maniere irreparabile.

Raffreddore: quale farmaco usare?

In gravidanza il paracetamolo è un farmaco del tutto sicuro. Evita i normali farmaci che assumi di solito, potrebbero contenere decongestionanti o antistaminici, potenzialmente nocivi per il bambino.
In caso di dubbi, rivolgiti al tuo ginecologo o al farmacista.

Se hai prurito sulla pancia?

Un leggero prurito nella zona dell’addome e del tutto normale e, nella maggior parte dei casi, indica un aumento della distensione cutanea dovuta alla crescita elle dimensioni della pancia (da qui nascono le smagliature).
Se in concomitanza noti un successivo prurito sul palmo delle mani o sotto la pianta dei piedi, rivolgiti al tuo ginecologo. Può trattari di un sintomo di disordine del fegato chiamato colestasi ostetrica.

Un commento

  1. normale e tt state tranquille… auguri x i vostri figli

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*