Home / Guida alla gravidanza / Occhio alla vista

Occhio alla vista

la vista in gravidanza

Tra i molteplici cambiamenti che accompagnano la gravidanza, vi è anche la vista.
Alcune donne avranno notato che da quando sono incinta la vista è peggiorata, bisogna stare tranquille, in quanto non è un conto amaro da pagare per essere madre, ma un malessere passeggero, che si corregge una volta avvenuto il parto.

Sono delle piccole alterazioni dei liquidi oculari, dovute al cambiamento dello stato ormonale nella donna incinta, ed ad un leggero aumento dello spessore corneale.

Frequenti sono anche sia un peggioramento dell’ ipermetropia, in seguito ad una perdita transitoria della corretta messa a fuoco e all’alterazione della composizione lacrimale, sia un aumento dell’ intolleranza alle lenti a contatto.
In ogni caso tale disturbi sono di scarsa importanza e normalmente scompaiono dopo il parto.

Tuttavia non tutte le alterazioni della vista presentano poca rilevanza per la salute, anche perchè la gravidanza può dar luogo ad alterazioni considerate patologiche. Si tratta di vere e proprie malattie che devono essere trattate da uno specialista, come la corioretinopatia seriosa centrale che si risolve dopo il  parto, la cecità corticale transitoria o altre provocate da alterazioni della coagulazione.

In ogni altro caso di malattie presenti, la gestazione può peggiorarne il decorso, pertanto è sempre consilgiato seguire un controllo oculistico.

Attenzione

La prima regola e farsi fare un controllo accurato dall’ oculista, per escludere qualsiasi complicazione, dopo di che si può stare tranquille.
Da non  sottovalutare, invece, alcuni sintomi che possono segnalare la presenza di disturbi da tenere sotto controllo: flash luminosi continui, possono indicare una trazione dell’ occhio, ossia la presenza di qualcosa che tira sulla retina, probabilmente a causa di fori o strappi; macchie volanti, scure, persistenti, che tendono a ricomparire nello stesso punto, possono anch’ esse indicare sofferenza della retina.

In caso avessi qualsiasi disturbo visivo, la prima cosa da fare è comunicarlo al tuo ginecologo per poter essere consigliata sulla necessità di rivolgersi ad un oculista; comunque una donna sana che non ha avuto problemi di vista in precedenza al parto, non deve preoccuparsi molto: è sufficiente seguire le misure di igiene abituali.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*