Home / Parto / Preparazione al parto

Preparazione al parto

Per accogliere il proprio bambino nella serenità più totale, partecipando pienamente alla sua nascita, vi elenco alcuni metodi consigliati dagli esperti e anche dalle mamme con esperienza.
Scegliete voi quello che conviene al vostro caso.

La preparazione classica

 

Il principio di questo tipo di preparazione al parto è quello di prevenire il dolore agendo sulla psiche. Questo metodo consiste nell’informare le future mamme sullo svolgimento della gravidanza e del parto, al fine di limitare il più possibile la loro ansia; è sviluppato soprattutto nei corsi di preparazione al parto, ai quali ci si può iscrivere gratuitamente nel proprio ospedale o in un qualsiasi consultorio della città.

Come si evita l’ansia del parto?

Bisogna imparare a percepire il proprio corpo, ad ascoltare le proprie sensazioni, imparare a distendersi e a respirare in modo corretto.
Imparare a respirare vuol dire respirare lentamente inspirando gonfiando lentamente l’addome, ed espirando sgonfiando lentamente l’addome, il tutto fatto non pensando a niente. Un consiglio per liberare la mente da qualsiasi pensiero, è quello di contare mentre si respira.
Con dei piccoli esercizi giornalieri, scoprirete le posture che alleviano gli inevitabili dolori della gravidanza e del parto, e favoriscono la nascita del vostro bambino. Accompagnate da uno stato di benessere psichico, si impara facilmente a dondolare il proprio bacino in avanti, a spingere verso il basso e verso l’alto scoprendo che si ha il perineo e che è molto importante per rinforzare i muscoli, oppure si impara che si può alleviare una contrazione gonfiando l’addome e espirando a lungo.
L’ideale è ripetere quotidianamente questi esercizi anche a casa.
Potete andare in ospedale a visitare il reparto in cui verrete ricoverate, la sala travaglio, potete chiedere di visitare anche la sala parto; di solito queste visite sono organizzate anche dai corsi preparto a cui accennavo prima, potete comunque anche chiedere di unirvi a loro per avere il permesso di entrata.

La preparazione al parto con lo Yoga

Questo tipo di preparazione al parto insegna prima di tutto alle future mamma a rilassarsi mentalmente e fisicamente, per essere attente all’ascolto del proprio corpo, cerca di renderle in grado di lavorare sui propri muscoli dolcemente, e a riconoscere e a sentire i l oro perineo, a scoprirlo e a gestirlo.
Non è un corso per diventare yogi, o per imparare a fare posture complicate, si imparano esercizi per obbiettvi a breve termine.
Tutti i piccoli esercizi s’integrano facilmente nella vita quotidiana. La donna incinta può in questo modo prepararsi al parto andando a lavoro, andando al bagno, oppure seduta al tavolo di pranzo, etc.

Come si fa?

All’inizio delle sedute, le donne imparano a ben posizionare il proprio bacino, a concentrarsi e ad adottare una respirazione lenta e profonda, in cui tutto il corpo accompagna i movimenti della respirazione, senza sforzi fisici.
Gli ultimi incontri sono soprattutto dedicati alla respirazione e al rilassamento, due punti di forza che permettono di sopportare le contrazioni, e di permettere al feto di scendere verso la vagina senza troppi traumi.
Infine, questi incontri sono anche l’occasione di nuove amicizie dopo il parto, in cui portare i propri bambini per confrontarsi con le altre neo mamme, per rimettersi in forma dopo una lunga gravidanza.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*