Home / Gravidanza e medicina / Gravidanza dopo i 35 anni (consigli)

Gravidanza dopo i 35 anni (consigli)

Gravidanza dopo i 35 anniChe sia o no la vostra prima gravidanza, passati i 35 anni, vi ponete delle domande:

  • Sono troppo avanti con l’ età?
  • Che rischi ci possono essere per il bambino?
  • Psicologicamente come affronterò la gravidanza?

Prima di tutto bisogna porsi le giuste domande

  • Dopo i 35 anni posso ancora avere un bambino?
    A 20 anni si ha il 20% esito positivo di rimanere incinta “spontaneamente”, questa percentuale cala al 12% a 35 anni, età in cui la fertilità della donna si riduce. Ci si può concedere tutti giorni, ma la produzione di ovociti e di ormoni diminuisce (sonole maggiori cause della riduzione della fertilità).
    Quindi è normale che a questa età una gravidanza compaia in “ritardo”, cioè dopo svariati tentativi, nella maggior parte dei casi.
  • Potrò affrontare questa gravidanza come le altre?
    Prima di tutto le gravidanze così dette tardive (a più di 35 anni) non sono più così rare!!
    In questi ultimi anni la tabella di fecondità di questa tranche di età è aumentata(+ del 7.2%, nel 2005) : oggi giorno le donne consacrano la prima parte della loro vita alla loro carriera, perdono molto tempo nel trovare “il papà” ideale…
    … quindi diventare mamme e rimanere incinta “più tardi” fa parte della normalità, non è più un evento particolare, un’ eccezione.
  • Quali rischi ci sono per il bambino?
    In primo luogo, la trisomia 21, ovvero la sindrome di Down, la frequenza di questa anomalia genetica aumenta a partire dai 35 anni (è dell’ 1% nelle nascite a 40 anni, 2% nelle nascite a 45 anni).
    Se avere una gravidanza a 35 anni passati è rischioso per il bambino, non bisogna dimenticare che queste gravidanze sono molto seguite dagli specialisti.

Articoli correlati

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*