Home / Cura del bambino / Il mio bambino ha la febbre

Il mio bambino ha la febbre

Come comportarsi quando un bambino ha la febbre38 °C, 39 °C, 40 °C… tutti i genitore hanno questa paura: quella di vedere la temperatura del proprio figlio aumentare.

La febbre non è una malattia, ma una reazione naturale dell’ organismo di fronte ad un’ aggressione.
Può essere una aggressione interna o sterna.
La febbre è spesso non grave, è molto raro che sia il segno di una malattia grave o che abbia delle complicazioni. Di fatto la febbre è un segno fra tanti altri.
E’ tenendo conto di tutti i sintomi ( appetito, tonicità, umore,…) che bisogna agire e consultare il pediatra.

Come misurare la febbre ad un bambino

Prima dei tre anni, si consiglia la misurazione via rettale, è più efficace.
Non è irritante se la si fa con cura e delicatezza. Infatti basta solo poggiare l’estremità del termometro tra le pareti anali, e ( usando il termometro elettronico) attendere qualche secondo il “bip”. Si consiglia l’utilizzo del termometro elettronico perchè più veloce e più pratico del classico termometro con la colonnina di mercurio.

Le convulsioni

Tutti i genitori temono le convulsioni, anche se si manifestano raramente ( meno di un bambino su 20, e prima dei 4 anni).
Durante una crisi di convulsioni, il bambino perde conoscenza. E’ scosso da spasmi muscolari: scuote le braccia, le gambe.
Dopo qualche minuto ritorna al suo stato normale.
Cosa fare?
Durante la crisi, purtroppo no si può fare niente. Anche se breve, è impressionante per i genitori vedere il proprio bambino in quelle condizioni e non poter fare nulla. Molto importante: non cercate di dargli dell’acqua perchè potrebbe soffocare.
Dopo la crisi di convulsione è importante consultare immediatamente un medico per assicurarsi che la febbre non risulti sintomo di un’infezione grave.

Come curare la febbre i un bambino

Prima di dare medicine per fare abbassare la febbre ( un antipiretico), alcuni gesti semplici possono a volte contribuire a far abbassare la temperatura. Comunque è sempre consigliato consultar il proprio pediatra.

  • far bere regolarmente il bambino
  • non avere la camera troppo calda
  • svestire un po’ il bambino se troppo coperto, in modo tale che il corpo possa disperdere il calore della febbre, facendo però attenzione che il bambino non prenda freddo.

Alcuni anni fa si consigliava di fare un bagno tiepido per fare abbassare la febbre, le nuove raccomandazioni dei medici non lo consigliano più, poiché spesso, questo “trattamento” aumentava il malessere del bambino.
Potrebbe bastare qualche impacco sul corpo con un fazzoletto bagnato in acqua tiepida, precisamente sulla fronte, sulla nuca, sui polsi e le caviglie.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*