Home / Cura del bambino / Il bagnetto

Il bagnetto

Il tuo bambino ha poche settimane e hai molti dubbi su come e quando fargli il bagnetto?
Ecco i segreti per un buon bagnetto.

L’ immersione in acqua subito dopo il parto non è fondamentale, di solito nei centri ospedalieri si limitano a pulire il piccolo con panni caldi.

Anche al ritorno a casa non è necessario fare subito il bagnetto al neonato, basta infatti tenere sempre pulita la zona genitale per garantigli igiene e benessere, soprattutto se non c’ è l’esigenza di refrigerarlo come nella calda stagione.

Allora quando iniziare a fare il bagnetto al neonato?
Il consiglio è di iniziare quando sia la madre che il padre si sentono pronti ad accudire il piccolo senza ansie e particolari timori.
Infatti il bagnetto deve essere un momento di rilassamento e di gioco per il bambino, un momento che lo aiuti a scaricare le tensioni.

Prima o dopo la caduta del moncone ombelicale?

Si può fare il primo bagnetto anche prima della caduta del moncone ombelicale (anche se è meglio aspettare), basta avere qualche accortezza i più:

  • fare un’ immersione veloce
  • asciugare bene la parte interessata
  • tamponarla con un asciugamano morbido
  • disinfettarlo e riavvolgerlo nella garza

Durata del bagnetto nei primi tre mesi di vita.

In questo periodo il bagnetto non dovrebbe durare più di dieci minuti, altrimenti il bambino potrebbe avere freddo.
Per questo prima dell’ immersione riscaldare bene l’ ambiente assicurarsi con un termometro che la temperatura dell’ acqua abbia raggiunto la temperatura di 37-38 gradi, e tenere alla portata di mano accappatoio, cremina, pannollino, tutto ciò che occore per rivestirlo, senza che abbia sbalzi di temperatura.

Durata del bagnetto dopo i tre mesi di vita.

Quando il bambino è più grande, il momento del bagnetto si trasforma in momento di gioco con l’ acqua, con la mamma e il papà, e può durare anche 20 minuti, importante è comunque mantenere la temperatura dell’ acqua sempre sui 37-38 gradi.

Il bambino ha timore?

Se il neonato ha timore di entrare in acqua, si agita e piange, provate ad immeggerlo lentamente avvolto in un asciugamano: è un trucco soprattutto per i bambini molto piccoli, serve per dargli una sensazione di sicurezza e protezione, come nella pancia della mamma; una volta in acqua se il bambino è tranquillo toglietegli lentamente l’ asciugamano e cominciatelo a lavarlo delicatamente.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*