Home / Parto / Dopo il parto / Postumi del taglio cesareo

Postumi del taglio cesareo

Il taglio cesareo è un vero e proprio intervento chirurgico che si applica ad un parto che presenta complicazione e per la madre e per il bambino nascente. Ho già parlato di questo tipo di parto in un post precedente.

In cosa consiste in pratica questa operazione e quali sono i postumi?

Si pratica sul basso ventre della donna, vicino ai peli pubici, un’ incisione nel senso della lunghezza, naturalmente dopo un’ anestesia peridurale o generale.
Inciso l’ utero si aspira il liquido amniotico e viene fatto uscire il neonato.
In seguito viene tolta la placenta e il taglio viene ricucito.
Il parto cesareo è riuscito e il neonato è sano.
Il tutto dura davvero pochi minuti.

Ma cosa succede in seguito alla mamma ancora dormiente sotto l’ effetto dell’ anestesia?

Ci vuole un po’ di pazienza,
è sempre stata un’ operazione, si è subito un taglio,
non bisogna negare che si avrà un po’ di dolore, anche per la cicatrizzazione.
Niente panico però,
nulla ci deve rovinare i momenti con la nostra creatura ed il nostro compagno.
Se i dolori saranno non sopportabili, chiedete aiuto al medico o all’ ostretica, affinchè vi diano degli antidoloriferi adeguati.

Non dimentichiamo che il parto non è stato naturale, quindi la neomamma è passata direttamente dal pancione al bambino.
Prima cosa da fare è quella di ricreare il legame madre- figlio allattando il bambino al seno,
nelle 2 ore che seguono la nascita l’ istinto della suzione è più forte.
Per allattare la mamma deve essere comodamente sdraiata evitando che il bambino poggi sul ventre.

Come comportarsi dopo il taglio cesareo.

A 24 ore dal parto, la mamma con l’ aiuto di qualcuno, deve alzarsi e fare piccole passeggiate, per evitare eventuali problemi vascolari. Si rimarrà qualche giorno in più in ospedale rispetto ad una mamma che ha fatto un parto naturale, solo una precauzione per accertarsi che tutto ritorni nella norma: la cicatrizzazione, il transito intestinale e l’ assenza di infezioni. Con la ripresa del transito intestinale si avranno dei crampi intestinali.

I punti di sutura saranno tolti al momento delle dimissioni dall’ ospedale.
La zona che circonda la cicatrice sarà molto sensibile e si avranno delle contrazioni, per questo si consiglia assoluto riposo durante la convalescenza,
l’unico sforzo da fare è quello di tenere tra le braccia la propria creatura.

22 commenti

  1. io sono una donna a fatto il parto cesario ho 30 ani io ce lo tre figli le due primi sono parto naturale el terzo cesario adesso la bambina quasi due mese adesso ancora no me sento tanto bene me famale per dentro la ferita sono tutta gomfia me fa male tutto vorrei saper che cosa se debe o fatto de le analisis sembra tutto bene pero piu de le giorne me gomfio

  2. Carissima, da quello che mi scrivi credo tu debba consultare subito un medico per farti visitare.
    Io non ho competenze mediche, scrivo in questo blog per dare consigli utili per affrontare la prima gravidanza.
    Appena puoi parlane con il tuo ginecologo o con il tuo medico generale.

    Elena

  3. vi scrivo per un consulto e/o consiglio: mia sorella ha fatto l taglio cesareo ma ci sono state delle complicazioni per quanto riguarda l’anestesia al midollo in quanto la prima l’hanno fatta fuori posto,la seconda non ha preso e in conclusione hann poi deciso di fare l’anestesia totale! ha partorito il 27 e da allora soffre di continui mal di testa molto forti e non si regge in piedi! cosa si puo’ fare?

    • Non sono frequentatrice del forum ma ci sono passata anche io e ti scrivo per tranquillizzarti. Con me hanno sbagliato ben due tentativi di epidurale tre anni fa e ho avuto quel mal di testa di cui parli: un incubo. Sono stata a letto due mesi, non riuscivo neppure a sedermi a tavola. Successivamente ho avuto acufeni e fortissimi mal di schiena. Tuttavia non vi allarmate: non lascia conseguenze, piano piano è tutto scomparso ed è solo un brutto ricordo. Non ci si può fare quel granchè: bisogna solo aspettare che i “buchi” si chiudano e la pressione interna si ristabilisca. L’unica cosa che dà un po’ di sollievo è bere moltissimo.

      • Ciao so che è passato un bel po dal tuo post, ma volevo sapere degli acufeni post parto.
        a me è successo due mesi dopo il cesareo e ancora dopo 4 mesi ci sono.

        • Ciao Benedetta, se il fastidio degli acufeni persiste dovresti consultare il tuo medico di fiducia per capire se è uno stato causato da fattori legati al parto oppure ha altre origini. Comunque so che questo fastidio si può curare anche con l’agopuntura. Prova ad informarti da qualche specialista naturopata. Grazie per il tuo commento e facci sapere come risolvi il problema.

  4. Cara Alessia, io non ho competenze mediche per darti consigli.
    Posso solo dirti che dovreste consultare il vostro medico, certamente vi darà i consigli più appropriati, l’eventuale terapia da seguire e gli eventuali controlli da fare.
    Ciao.
    Elena

  5. i continui mal di testa sono un effetto collaterale comune nell’anestesia spinale è per questo che dopo il parto cesareo ti fanno stare sdraiata completamente…è comunque utile consultare un medico ciao alessandra

  6. ciao mi chiamo Enza,due mesi fa ho fatto il terzo cesareo dura pochi minuti, ed e indolore la ferita e come una smagliatura nn si nota proprio e nn fa male,solo dopo anestesia fa un po male tipo ciclo mestruale.Meglio alzarsi subito dal letto,e poi ci sono gli antidolorifici che si possono fare tre al giorno. cia

    • CIAO ANCHE IO 2 TAGLI CESREI,TUTTO VELOCE E INDOLORE,SOLO QUANDO MI SONO DOVUTA ALZARE DAL LETTO MA DEL RESTO TUTTO MOLTO BENE.
      ANDAVO IN MACCHINA E FACEVO I LAVORI IN CASA DOPO UNA SETTIMANA DI RITORNO DALL OSPEDALE.I MAL DI TESTA SONO DATI ANCHE DAGLI ORMONI….MIA NONNA DOPO I PARTI NATURALI(5 FIGLI) SOFFRIVA SEMPRE DI MAL DI TESTA.
      SALUTI E GODETEVI IL VOSTRO CUCCIOLO/A.

  7. Ciao Enza, grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza 🙂
    Alzarsi presto va bene, comunque cercando sempre di fare attenzione a non fare movimenti bruschi e sforzi che potrebbero in seguito dare problemi ai punti del taglio.
    Grazie.
    A presto!

  8. IO TRA UNA SETTIMANA GIUSTA AVRò UN CESAREO…MI SENTIVO ABBASTANZA TRANQUILLA MA LEGGENDO DI ALCUNE ESPERIENZE….INSOMMA COMINCIO A PREOCCUPARMI UN Pò—è DAVVERO COSì TREMENDO??????

  9. Io l'ho fatto il 19 agosto e sono stata dimessa il 22, dopo appena 3 giorni perchè mi sono alzata subito dal letto, anch ese camminavo come una vecchietta: tutta curva e mi faceva male anche solo stare in piedi.
    Mi fa ancora male, soprattutto se mi viene uno starnuto, la tosse o da ridere, ma ancora di più se devo andare in bagno! Per ora sto facendo i clisteri

  10. il 18 agosto è nato Fabio con taglio cesareo,è andato tutto bene…il 21 sono stata dimessa…all'inizio avevo difficoltà a stare in piedi ma adesso a parte un pò di prurito..è tutto ok,tranne la mia pancia gonfia e flaccida….qualcuna sa dirmi quanto tempo deve passare prima di ritornare come prima o quasi???? grazie!!! marina

  11. Ciao a tutte.
    Vi ricordo che potete sempre scrivere le vostre domande sul Forum di EssereMamma , nella categoria riguardante il parto cesareo.
    Elena

  12. CIAO A TUTTE IO HO FATTO IL CESAREO 18 MESI FA ED ANCORA OGGI HO FASTIDI ALLA FERITA E MI SENTO VIBRARE VICINO LA FERITA VI E MAI CAPITATO RISPONDETE VI PREGO SONO PREOCCUPATA GRAZIE.

  13. ciao Patty, anch'io ho ancora fastidi,ma ho partorito 24 mesi fa!!!quando, da seduta, mi alzo ho fitte lungo la ferita. Sono una ballerina e se assumo determinate posizioni mi fa male…….mah!

  14. ciao a tutte,
    io ho fatto il taglio lo scorso 9 dicembre e, non è stata una passeggiata … dopo il parto ho avuto 2 giorni e mezzo di contrazioni,continue! mi sono alzata tre giorni dopo e,ora non sono ancora in forma,ho male alla pancia ma, faccio di tutto …
    sopporto bene e poi, guardo la mia principessa e tutto passa … comunque è normale.
    c’è da dire una cosa : tutto è soggettivo,ogni persona reagisce a proprio modo.
    l’esperienza “difficile” ma, la rifarei mille volte ….

  15. Sono Corina, anch’io ho avuto un parto cesario- era il secondo bambino, peccato che non ho avuto la fortuna di abbracciarlo, toccarlo (infatti mi è molto mancato il contatto). Mirco così l’ho chiamato, e mortola ntte del 17/08/1986, ma per me è come se fosse ieri.uando sono giunta all’ospedale stavo molto male e il bambino non c’era gia’ più.Ero di otto mesi e mezzo, è stato terribile e anch’io sono stata 3 giorni fra la vita e la morte. A differenza di altre, non ho mai avuto perdite o emmorragie. Il dott. diceva che andava tutto bene. Solo verso i 4 mesi,hanno riscontrato un’inserzione bassa della placenta anche per questa non c’era da preoccuparsi, si sarebbe riassorbita nei mesi a venire.Poi sentivo spingere forte, come se il bimbo si puntasse con i piedini . andava sempre bene ma quando è successo il fattaccio ho chiesto :”Perchè, cosa è successo? “: non mi hanno dato nemmeno un risposta. Così sono rimasta sola con il mio dolore. Cori

  16. Buongiorno, posso sapere se è normale avere una pancia gonfia e dura dopo tre mesi dal cesareo?
    Grazie

    • Anche io dopo 4 mesi ho la pancia dura e gonfia e se premo mi fa male, volevo sapere se è normale, sono un po’preoccupata

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*