Home / Gravidanza e medicina / Placenta previa: sintomi e fattori di rischio

Placenta previa: sintomi e fattori di rischio

Placenta previa: sintomi e fattori di rischioIn un post precedente abbiamo descritto la placenta, le sue funzioni e la sua importanza per lo sviluppo del feto, abbiamo spiegato come si insedia nell’ utero e di come durante i mesi del suo sviluppo essa si disponga nella parte superiore di quest’ ultimo.

Quando questo non avviene la placenta va ad insediarsi nella parte bassa della parete uterina e si ha un caso di placenta previa.

Perché placenta previa?

E’ detta così perché il suo insediamento avviene nelle aree critiche coinvolte nell’apertura dell’ utero durante la gravidanza e dopo il parto.
Bisogna comunque dire che questa tipologia di sviluppo della placenta non è molto frequente, si ha circa un caso su 200 gravidanze.

I sintomi

I sintomi sono molto caratteristici: consistono in perdite ematiche rosso vivo, alcune volte abbondanti altre scarse.
Tali perdite non sono precedute da nessun sintomo, nessun dolore, avvengono improvvisamente. E’ per questo motivo che in presenza di perdite ematiche vaginali non dolorose durante la gravidanza è sempre bene considerare l’eventuale presenza di una placenta previa.

Possono verificarsi nel primo trimestre della gravidanza: nel primo mese, nel secondo oppure nel terzo.

Fattori di rischio per la placenta previa

  • Età materna (a 35 anni è tre volte più frequente che a 25)
  • Numero di gravidanze
  • Fumo di sigaretta
  • Gravidanze multiple
  • Pregressi interventi sull’utero compresi i tagli cesarei
  • Pregressa placenta previa

Raccomandazioni per le donne con placenta previa

  • evitare rapporti sessuali, sforzi, viaggi, sport
  • seguite strettamente i controlli e le prescrizioni mediche
  • portate sempre con voi il tesserino del Gruppo Sanguigno e Fattore Rh
  • mantenete uno stretto contatto con lo Specialista Curante ed il Centro Ospedaliero di riferimento
  • non allontanatevi mai troppo dall’Ospedale e rimanete sempre nell’area di un Servizio di

Emergenza prontamente disponibile

Quando siete in casa cercate di avere sempre un familiare vicino a voi, se osservate una perdita ematica mantenete la calma, sdraiatevi e mettetevi sul fianco sinistro (posizione di sicurezza) mentre il vostro familiare allerterà i soccorsi.

In caso di placenta previa come avverrrà il parto?

La modalità del parto avviene nella gran parte dei casi mediante taglio cesareo.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*